Tomaso Trussardi e Michelle Hunziker Coronavirus: la quarantena in famiglia a Bergamo

Nonostante sia uno dei luoghi più colpiti dall’epidemia, la coppia ha deciso di rimanere lì per dare un grande supporto alla città

“Io resto a Bergamo” Tomaso Trussardi

Tomaso Trussardi e Michelle Hunziker hanno riunito la famiglia “allargata”, passando la quarantena a Bergamo con Aurora Ramazzotti, il suo fidanzato e la migliore amica Sara Daniele. Ricordiamo che è una delle città italiane più colpite dal Covid-19.

Tutti fermi a casa

Come sappiamo bene, la prima regola dettata dal governo italiano per fronteggiare l’emergenza Coronavirus è quella di restare a casa. Le celebrità ci mostrano attraverso le Instagram stories come stanno trascorrendo la loro quarantena. Tomaso Trussardi e Michelle Hunziker si trovano a Bergamo insieme alle figlie Sole e Celeste ma anche la primogenita della conduttrice Aurora Ramazzotti, che a sua volta ha voluto al suo fianco il fidanzato Goffredo Cerza e la migliore amica Sara Daniele. Tutti insieme stanno provando a fronteggiare al meglio questo periodo difficile, distraendosi tra allenamenti improvvisati, corse al frigorifero e feste in famiglia. Inoltre, l’imprenditore ha iniziato una raccolta fondi in collaborazione con la onlus Cesvi. Il cui denaro raccolto contribuirà all’acquisto di respiratori, ventilatori polmonari e altri macchinari necessari per l’ospedale Papa Giovanni XXIII.

Privati della libertà

L’emergenza Coronavirus ha privato gli italiani della loro libertà, tutti ci chiediamo come una cosa così piccola ad occhio nudo ha creato un disastro di tali portate. Anche stara a casa è difficile come testimonia Tomaso Trussardi confessando che a volte viene assalito da un incredibile senso di impotenza, come se stesse vivendo in un film dell’orrore.

Avatar

Written by chiaradinunzio

Alessia Marcuzzi Instagram: 16 anni, costume sgambato e capelli selvaggi

Alessia Marcuzzi Instagram: 16 anni, costume sgambato e capelli selvaggi

Coronavirus, Donatella Versace racconta Milano in una lettera a Vogue

Coronavirus, Donatella Versace racconta Milano in una lettera a Vogue