Vacanze di lusso, i trend dell’estate italiana

L’estate è ormai alle porte, e quale miglior momento per prenotare le vacanze e organizzare le attività di svago?

L’estate è ormai alle porte, e quale miglior momento per prenotare le vacanze e organizzare le attività di svago? Quest’anno, i mesi più caldi dell’anno saranno ben diversi dai precedenti. La pandemia ha dato un nuovo slancio al turismo domestico, con tantissimi italiani che preferiranno rimanere all’interno della propria Regione e rivaluteranno le attività indoor. Grazie a Internet, infatti, le possibilità sono pressoché infinite. Oltre a film, musica in streaming e videogiochi, i casinò online continueranno a far divertire quasi 1 italiano su 10. Fuori casa, invece, il panorama sarà sicuramente costiero, con alcune località particolarmente in voga. Ecco quali sono i trend e le mete che riceveranno più attenzioni quest’estate.

L’intrattenimento indoor tra pochi intimi

Molte delle restrizioni sono state sollevate e da luglio anche l’obbligo della mascherina nei luoghi aperti dovrebbe decorrere. Nonostante ciò, gli italiani hanno imparato a divertirsi anche stando in casa e i più prudenti passeranno molto tempo tra le mura domestiche anche durante le vacanze. Tra gli hobby più gettonati c’è il gambling, con portali come vogliadivincere casino (Voglia di Vincere Casinò) che si preparano ad accogliere i giocatori con offerte e promozioni dedicate. Assieme ad applicazioni come Spotify, Amazon Prime Video e Netflix, passare del tempo in casa non risulta assolutamente restrittivo. Se si aggiungono le comodità di un B&B o di un appartamento che integra la domotica, l’ambiente diventa subito un sogno.

Una Regione unica per il turismo rurale

Il turismo rurale in Italia è aumentato sensibilmente negli ultimi due anni, passando da un 21% di prenotazioni nel 2019 al 37% delle prenotazioni per l’estate del 2021. Tra le mete preferite c’è la Sardegna, una terra in grado di offrire servizi esclusivi, tranquillità e privacy. Le prenotazioni si concentrano in suite e ville, magari con piscina privata e vista sul mare, oppure situate a pochi passi dalla spiaggia. Tra i servizi più stravaganti non mancano i voli panoramici sull’isola, i viaggi in barca, le battute di pesca sportiva e le visite guidate con esperti di archeologia e enogastronomia. La costa settentrionale offre inoltre un’opportunità più unica che rara: salpare sul veliero Pulcinella, in navigazione nell’arcipelago della Maddalena. Una giornata di puro relax per un massimo di sei visitatori, che godranno di un trattamento all inclusive sul veliero d’epoca in legno.

Il weekend fuori porta

Interrogati sui propri programmi di viaggio, il 70% degli italiani risponde di essere interessato a spostarsi in auto verso zone limitrofe. Le località più attraenti per questo tipo di turismo sono la costa etrusca, la riviera romagnola adriatica, tutta la regione del Trentino-Alto Adige, il Salento e la Versilia. L’affluenza dovrebbe comunque essere moderata: la richiesta di possesso del Green Pass per varcare i confini italiani lascerà respirare le zone che normalmente verrebbero assalite dai turisti. Allo stesso tempo, il turismo interno farà riscoprire agli italiani il proprio Paese e darà lavoro agli operatori del turismo.

Lo shopping di lusso anche in vacanza

I negozi “pop up” non sono una novità, ma con la fine della pandemia rinasce la voglia di fare shopping liberamente. Spuntano così tanti store temporanei su tutta la Penisola, anche all’interno di hotel e resort di lusso. I brand interessati sono tra i più disparati, dai low-cost come OVS alle grandi maison come Versace o Chanel, che però preferisce chiamarli store “effimeri”. Il solo marchio Louis Vuitton ha inaugurato tre boutique pop up in location esclusive: a Forte dei Marmi, nella Villa d’Este sul lago di Como, e all’interno del Forte Village nel sud della Sardegna. Dopo mesi di lockdown, entrate ridotte e negozi chiusi, i turisti avranno finalmente modo di riempire i carrelli di vestiti, accessori, make-up, borse, portafogli, foulard, occhiali e tanto altro.

Conclusioni: un’estate che sa di libertà

La riapertura al turismo interno e l’avvicinarsi dell’estate saranno un vero e proprio toccasana per gli italiani, che potranno approfittare di spiagge più libere, meno traffico e più quiete nei centri cittadini. La prospettiva inoltre di una ripresa economica in autunno regalerà ancora maggiore serenità sulle spese, facilitando il rientro sul mercato delle ultime attività turistiche non ancora riavviate.

Written by Andrea Principe

‘Lookismo’, il fenomeno è già tra noi: “Perché si è cattivi con i brutti?”

Lady Diana compie 60 anni, la principessa del Galles che non è mai uscita di scena