Novameat: la carne vegetale stampata in 3D diventa una realtà

La startup spagnola Novameat ha proposto un nuovo e tecnologico alimento, la carne a base vegetale stampata in 3D

Novameat è una startup spagnola che ha proposto un nuovo alimento, la carne a base vegetale stampata in 3D. Si tratta del futuro dell’alimentazione, una nuova tecnologia in grado di stampare carne fibrosa a base vegetale per simulare le bistecche di manzo, petti di pollo e filetti di pesce. Nel 2018, l’azienda ha presentato la prima bistecca innovativa, guidata dall’ingegnere biomedico italiano Giuseppe Scionti. Novameat ha riscontrato un discreto successo ed hanno ottenuto fondi di investimento dalla società New Crop Capital per continuare la ricerca nell’ambito di proteine alternative.

carne 3d

Coronavirus: uova di Pasqua a forma di virus, l’idea di un pasticcere francese

Novameat, azienda spagnola che stampa carne in 3D

Grazie ai fondi ottenuti, Novameat sarà in grado di replicare l’aspetto, la consistenza e le proprietá sensoriali delle carni che conosciamo, manzo, pollo e pesce. Le stampanti posso essere personalizzate per diversi scopi, alcune aziende ne hanno già fatto richiesta tramite un accordo di licenza. Le stampanti 3D di Novameat usano una tecnologia diversa da quella di estrusione già conosciuta. Sono in grado di riprodurre i tagli di carne muscolare, non solo quella macinata, e di utilizzare ingredienti della carne vegetale Beyond Meat e Impossible Foods. Secondo l’ingegnere Scionti, la tecnologia di Novameat consente di abbassare notevolmente i costi e tempo di produzione.

carne 3d

Blue Java: la banana blu che sa di gelato alla vaniglia

Innovativa carne “stampata”, potrebbe arrivare sui nostri tavoli

L’ingegnere biomedico Scionti spiega: «La tecnologia basata sulla biostampa di Novameat fornisce un metodo flessibile e regolabile per produrre carne a base vegetale, con l’utilità di creare texture diverse da un’ampia varietà di ingredienti, il tutto all’interno di un unico pezzo di carne». La società che ha investito, specifica: «Pensiamo che la catena di approvvigionamento alimentare globale sia rotta e ci stiamo concentrando sulla soluzione di una di queste sfide, che è quella delle proteine animali. Novameat può aiutare a ridurre i costi, e vediamo che c’è l’opportunità di spostare il comportamento dei consumatori per ridurre il loro consumo di prodotti a base di proteine animali verso prodotti che hanno un prezzo che la gente accetterà di pagare.»

Avatar

Written by Sara Corsini

Palestra

Coronavirus: palestre chiuse e abbonamenti, i consumatori hanno diritto al rimborso

Sarah Jessica Parker compleanno: i look della fashion icon più amata di sempre