Chanel sfila senza Karl Lagerfeld: la prima collezione di Virginie Viard

“Amo il lusso. Ma il lusso non sta nella ricchezza e nella ricercatezza, bensì nell’assenza di volgarità. Volgarità è la parola più brutta della nostra lingua e io mi dò da fare per combatterla. La semplicità è la nota fondamentale di ogni vera eleganza”

Gabrielle Chanel.

La maison francese sfila al Grand Palais di Parigi con la collezione Chanel Cruise 2020. Si tratta della prima sfilata dal 1982 senza il grande Karl Lagerfeld, un chiaro omaggio alla scomparsa dello stilista da parte del suo fedele braccio destro per oltre 30 anni ed ora attuale direttore della maison, Virginie Viard. Una collezione, la Chanel Cruise 2020, che ha lasciato senza fiato Parigi e non solo. Karl aveva scelto bene, chi affiancarlo, sapeva di lasciare “questo prezioso tesoro” nelle mani giuste.

Chanel Cruise 2020

L’eredità del grande Karl Lagerfeld è apparsa già nella scenografia. Si trattava di una lussuosa stazione in stile Belle Époque, con tanto di binari e stazioni allestite lungo la passerella che di certo ci riconduce allo stile del Kaiser della moda, il quale ci ha sempre stupito con delle istallazioni fuori dall’ordinario per le sue sfilate.

Virginie Viard ha mantenuto nella collezione Chanel Cruise 2020, la complessità dei dettagli per cui Lagerfeld era famoso. Un susseguirsi di dettagli alla Lagerfeld come: i colletti bianchi alti e rigidi, presenti anche nell’abito che ha chiuso la sfilata, nelle scarpe bicolori e nei fiocchi. Ma non possiamo fare a meno di notare che le linee degli abiti erano più libere e pulite, una sorta di ritorno al minimalismo di Gabrielle Chanel.

Saint Tropez, Edimburgo, Venezia, Roma, Antibes sono state le tappe del viaggio immaginato dalla Virginie Viard, una serie di abiti che chiaramente, facevano riferimento agli archivi della maison francese.

Le celebrità di Chanel

Protagonisti della sfilata sono sicuramente i tessuti, dal motivo bouclé alle camelie, passando per fiocchi e perle, per non dimenticarci delle celebrità come Lily-Rose Depp e la musa della maison Keira Knightley (con un bel pancione in vista).

Completi e long dress dalle linee minimali, spolverini bon ton con profili a contrasto e trench oversize in tessuto tecnico, maxi gilet in tweed e blazer dalle linee retrò. Immancabile l’iconica giacca Chanel, che adesso fa il paio con gonne a portafoglio o pantaloncini ciclista, leggings con logo ricamati in paillettes e per concludere giacche con collo over di chiara ispirazione anni ’80.

Colori Chanel Cruise 2020

Anche la palette cromatica della collezione sembra rispecchiare il classico minimalismo della maison francese. Infatti gli abiti giocano sul bianco e nero, ma si aggiungono anche colori pastello, toni naturali e un tocco di rosso e fucsia.

Ed ecco la Galleria con i pezzi forti di questa collezione 2020 firmata Chanel

 

Avatar

Scritto da chiaradinunzio

Alexander McQueen e Ann Ray: 13 anni riassunti in più di 40.000 scatti

Alexander McQueen e Ann Ray: 13 anni riassunti in più di 40.000 scatti

La bambola Chiara Ferragni by Trudi: beneficenza per Stomp Out Bullying