Valentino Parigi Haute Couture 2022: per la prima volta in passerella corpi autentici, ed è un’ovazione

Con l’elegante understatement per cui i suoi abiti sono noti, lo stilista di Valentino, Piccioli, ha pensato che fosse ora di cambiare

C’è qualcosa di radicato nella comparsa nel fashion di una coscia o di una pancia degne di essere chiamate tali. Alla settimana della moda haute couture di Parigi 2022, Valentino ha sfidato l’ultimo tabù della passerella utilizzando modelli i cui corpi non rappresentavano il solito canone di bellezza super magra. Dei corpi reali.

Parigi Haute Couture 2022: per la prima volta sfilano corpi reali

Con l’elegante understatement per cui i suoi abiti sono noti, lo stilista Pierpaolo Piccioli ha pensato semplicemente che “pensava che fosse ora di cambiare”. L’egemonia duratura dell’ideale della taglia zero nella moda è stata oscurata dalla tendenza a utilizzare uno o due modelli simbolici “plus size” in una catwalk, spesso vestiti con indumenti più lunghi e larghi rispetto ai loro colleghi snelli. Qui, al contrario, il raso effetto pelle abbracciava le curve e gli spacchi netti all’altezza delle cosce nella gonna in faille di seta hanno fatto balenare scorci di morbida coscia. L’abito bustier ha incontrato la pelle impeccabilmente.

La moda è rimasta indietro rispetto alla pop colture, aggrappandosi rigidamente a modelli di proporzioni immutate, e questo per più in un secolo. Valentino è parso più sognante che mai lavorando su corpi autentici, reali, che hanno mostrato anche l’abilità di Piccioli come stilista. Potrebbe essere un moto che, forse, potrebbe altri designer a seguire l’esempio. “Il messaggio non cambia nel suo scopo, che è quello di trasmettere la bellezza, ma nella sua espressione accogliente”, ha affermato il designer.

L’alta moda, in cui gli abiti sono realizzati su ordinazione con prezzi a sei cifre, è un canale improbabile per i venti della modernità. Ma Piccioli crede che il simbolismo della diversità nei livelli più alti della moda sia potente. In cinque anni ha rivoluzionato quello che un tempo era un bastione del glamour patrizio in uno dei nomi più progressisti della moda. Una casa forgiata a immagine del suo fondatore permanente, Valentino Garavani, che ha vestito Jackie Kennedy ed Elizabeth Taylor e  che ha fatto installare un divano sul suo jet privato per i suoi amati carlini. Lo stesso valentino nel 2022 è sinonimo di inclusività. Il casting di questo spettacolo “riflette la ricchezza e la diversità del mondo contemporaneo e… un’idea di bellezza che non è assoluta”, ha concluso Piccioli.

Valentina Ferragni è a Parigi: quanto costa l’hotel di lusso in cui alloggia

Written by Erika Barone

Cover personalizzate: ecco un’idea originale per San Valentino

La ricetta dei pannenkoeken: i golosissimi pancake olandesi