Pop-up store mania: la strategia dei brand di lusso per rilanciarsi sul mercato

L’industria del lusso si rivolge ai pop-up store per conquistare la nuova generazione di clienti: i millenial.

L’industria del lusso si rivolge ai pop-up store per conquistare la nuova generazione di clienti: i millenial. Infatti negli ultimi tempi gli acquisti in negozio soni diminuiti e per invogliare l’entrata negli store le più grandi aziende del lusso investono sulla tecnologia e l’innovazione.

Pop-up store Fendi

Pop-up store

Sebbene i consumatori restino riluttanti a fare acquisti nei negozi quest’anno, le esperienze pop-up stanno prosperando nel più grande mercato al dettaglio del mondo. Marchi di lusso globali come Gucci, Burberry, Fendi e Bottega Veneta utilizzano i negozi pop-up per lanciare nuovi concetti e mostrare le loro capacità nel mercato. Diamo un’occhiata ad alcuni esempi e osserviamo perché questi negozi pop-up sono fondamentali per raggiungere Millennial sempre più ricchi e perché i marchi di lusso statunitensi e stranieri hanno bisogno di una strategia cinese per alimentare la crescita durante questo decennio.

Fendi x Mr. Doodle

Per il San Valentino cinese di quest’anno (noto anche come Festival Qixi, che si tiene il 25 agosto), Fendi ha lanciato due negozi pop-up a Pechino e a Chengdu per celebrare la sua nuova capsule collection, in collaborazione con Mr. Doodle, conosciuto anche come Sam Cox.

Mr. Doodle è un artista britannico noto per i suoi scarabocchi disegnati con spessi pennarelli neri. L’esterno del negozio era rivestito con pannelli a specchio in modo che gli acquirenti non potessero vedere cosa c’era dentro finché non fossero entrati. Da lontano, il negozio sembrava addirittura non essere visto. Insieme a questi negozi pop-up, Fendi ha anche allestito mini-caffè con tavoli e piatti decorati con i suoi graffiti.

Pop-up store Dior

I pop-up store di Dior e Burberry

Anche Dior ha lanciato negozi pop-up per celebrare la sua nuova capsule collection Dioramour a tema d’amore. Il mini-programma di Dior consiglia articoli diversi alle persone e ogni articolo viene fornito con un video di presentazione. Inoltre, il mini-programma incorpora un elemento social, invitando i fan a condividere gli articoli su WeChat con hashtag. La collezione completa comprende di tutto, dalle borse alle scarpe, sciarpe, occhiali e gioielli.

Pop-up store Burberry

Burberry ha aperto negozi pop-up a tema Animal Kingdom. I negozi sono stati progettati per mostrare la sua ultima collezione, che includeva elementi di animali selvatici impressi sui suoi prodotti. I negozi hanno ospitato statue verde lime di giraffe, scimmie, gorilla e uccelli per riflettere l’occasione. Ma ciò che è intrigante è che i negozi pop-up erano dotati di tecnologia di realtà aumentata; i visitatori potevano scansionare gli articoli nel negozio e le immagini in movimento di uccelli che volavano in giro apparivano sugli schermi degli smartphone. Una caratteristica così innovativa aiuta le aziende a distinguersi dalla concorrenza; sempre più marchi si rivolgono alla tecnologia per fornire un’esperienza unica ai propri clienti.

>> Versace lancia la nuova collezione La Vacanza: dai costumi da bagno agli accessori per la spiaggia

 

 

 

 

Written by Ilaria Di Pasqua

Il lusso sposa la tecnologia: Damiani crea una cover per l’Apple Watch

Trend capelli estate 2021: il mollettone. Ecco alcuni hairstyle da seguire