Pierre Cardin è morto. L’alta moda piange: addio al pioniere della golden age

Pierre Cardin ha messo i suoi abiti all’avanguardia alla portata delle masse, fiore all’occhiello di modernità, non erano nemmeno gli anni ’70

Il leggendario designer Pierre Cardin, i cui design futuristici ed eleganti hanno contribuito a rivoluzionare la moda negli anni ’50 e ’60, è morto all’età di 98 anni. Così come si apprende sul sito tbc.com. La carriera del gigante francese della moda è durata più di 70 anni. Il suo stile moderno ha contribuito a inaugurare l’ “età dell’oro” dell’alta moda del dopoguerra.

Lacrime da Haute Couture

Pierre Cardin ha aperto la strada divulgando gli stili dei designer alle masse, grazie ad alcune delle sue prime collezioni prêt-à-porter.Un pioniere del business che ha prestato il proprio nome ad una vasta gamma di prodotti. È morto in ospedale a Neuilly, vicino a Parigi, così ha annunciato la sua famiglia all’agenzia di stampa AFP. “È un giorno di grande tristezza per tutta la nostra famiglia. Pierre Cardin non c’è più”, recita il comunicato. “Siamo tutti orgogliosi della sua tenace ambizione e dell’audacia che ha dimostrato nella sua vita”. Cardin è nato in Italia nel 1922 trasferendosi in Francia da bambino. Ha iniziato la sua carriera nella moda a Parigi, lavorando per veri e propri colossi, tra cui Christian Dior. Per Dior ha contribuito a creare la collezione New Look nel 1947. Ha fondato la sua azienda di moda nel 1950 e si è fatto un nome con modelli visionari come l’iconico abito a bolle nel 1954 e la sua collezione Space Age nel 1964.

Bubble dress (1954)
Perre Cardin, Space Age (1964)

Alla fine degli anni Cinquanta ha lanciato la sua prima collezione prêt-à-porter per il grande magazzino Printemps. Pop star e attori come The Beatles e Lauren Bacall sono stati visti indossare Cardin. La rivoluzione di Pierre ha messo i suoi abiti all’avanguardia alla portata delle masse. Con un buon senso degli affari, è arrivato anche a riconoscere il fascino del nome sull’etichetta e ha permesso che il suo venisse utilizzato su tutto. Dagli occhiali da sole ai profumi, dagli accessori per la casa al cibo. Tuttavia, per alcuni, tale espansione ha attenuato il fascino del suo core business. Cardin ha anche messo gli occhi su un nuovo mercato mondiale globalizzato, presentando una collezione nella Cina comunista nel 1979 e nella Piazza Rossa di Mosca nel 1991.

Il Natale da sogno dei piccoli Vip: veri e propri regali di lusso. Quali sono?

Avatar

Written by Erika Barone

Il Natale da sogno dei piccoli Vip: veri e propri regali di lusso. Quali sono?

Capodanno in casa: i look imperdibili per trascorrere la fine del 2020 in totale comodità e tendenza