Bottega Veneta stravolge il modo di fare sfilate: Daniel Lee organizza tre show in tre diverse città

Daniel Lee è il direttore creativo di Bottega Veneta e per quest’anno ha voluto dividere la collezione in tre diverse sfilate. L’ultima a Detroit

Bottega Veneta stupisce con uno show nel cuore di Detroit. Ad inizio pandemia il direttore creativo di Bottega, Daniel Lee, aveva già preannunciato che questo sarebbe stato un anno particolare. E infatti lui e il suo team hanno coop,etamente stravolto il mondo di fare sfilata.

Daniel Lee Bottega Veneta

Bottega Veneta stravolge il mondo della sfilate

Bottega Veneta stravolge il mondo della sfilate creando degli show itineranti. All’inizio della pandemia infatti Bottega annunciava al mondo un un nuovo modello di spettacolo. Il direttore creativo Daniel Lee avrebbe portato le sue collezioni in viaggio confrontandosi sia con i talenti locali che con il diverso pubblico. La prima città scelta è stata Londra, lo scorso ottobre. Ad aprile è seguito uno spettacolo al nightclub Berghain di Berlino. Il terzo show invece, rinominato Salon 03 è stato messo in scena ieri sera al Michigan Theatre di Detroit. Il palazzo del cinema da 4.000 posti costruito durante lo spettacolare boom automobilistico di Detroit negli anni ’20. Questo è stato convertito in un parcheggio durante il suo ancora più spettacolare fallimento degli anni ’70.

Bottega Veneta

Daniel Lee di Bottega:«Sono ossessionato da Detroit»

«Sono ossessionato da Detroit», ha detto dopo lo spettacolo il direttore creativo Daniel Lee. «Sono venuto qui per la prima volta sei anni fa e mi sono innamorato del posto. Vengo da Leeds, il cuore industriale del Regno Unito, e Detroit è il cuore industriale dell’America, sento questo tipo di connessione». Poi c’è la musica: «Detroit è davvero il luogo di nascita della techno, e la techno era la musica con cui stavo crescendo e con cui uscivo. Volevo usare la mia posizione per far luce su tutto questo».

Daniel Lee Bottega Veneta

Lee ha fatto un ottima impressione nei suoi tre anni a Bottega Veneta. I first mover della moda sono pronti a prendere la sua borsa Pouch dalla struttura morbida e indossare i suoi tacchi a punta quadrata, e l’effetto a cascata è stato evidente dai pavimenti degli accessori dei grandi magazzini di fascia alta alla strada principale. Che gli orli siano aumentati e la moda si sia rivolta a silhouette più sexy sono probabilmente anche parte dell’effetto Lee.

>> La moda a favore del riciclo: Bottega Veneta presenta la prima borsa di carta

 

Written by Ilaria Di Pasqua

Casinò online: guardare il croupier in faccia

E’ morto James Michael Tyler, il Gunther di Friends: lottava contro un cancro alla prostata