Vacanze Elleniche: l’isola di Zante

L’isola di Zante è una delle destinazioni turistiche più affascinanti di tutto il mar Ionio, oltre a poter essere inserita nel novero delle isole della Grecia che vengono visitate in misura maggiore nel corso della stagione estiva. Tutti noi abbiamo avuto modo di sentirne parlare per la prima volta a scuola, grazie alla celebre poesia di Ugo Foscolo. Abbandonati i libri di letteratura, però, vale la pena di andare alla scoperta delle meraviglie di questa isola per molte altre ragioni, a cominciare dallo splendido colore azzurro delle acque del suo mare, per continuare con lo splendore offerto dalla Spiaggia del Relitto, che si può considerare una vera icona sotto tanti punti di vista.

Perché scegliere l’isola di Zante

Insomma, ci sono davvero un sacco di buone ragioni per decidere di puntare sull’isola di Zante come destinazione turistica e meta di una vacanza memorabile. Anche per chi ama la movida: qui, infatti, esistono numerosi locali in cui scatenarsi per una vita notturna da favola, da soli, in coppia o con un gruppo di amici. Ciò non toglie che chi ha il desiderio di un’esperienza più rilassante possa comunque trovare pane per i propri denti, visto che le località poco affollate non mancano di certo.

Sole, spiagge e mare

Il clima di Zante è quanto di più paradisiaco ci si possa attendere: il meteo è favorevole in tutti i mesi dell’anno, anche se dovendo indicare un periodo più adatto di tutti gli altri per prenotare una vacanza da queste parti non si può che individuarlo all’inizio della stagione estiva, e cioè alla fine di giugno. In quei giorni, infatti, le temperature sono decisamente gradevoli, e l’isola non è ancora invasa dalla massa di turisti che si riversa qui a luglio e soprattutto ad agosto. Anche maggio, settembre e ottobre sono mesi che meritano di essere presi in considerazione per una vacanza al caldo, tra paesaggi colorati, per di più con il vantaggio di spendere poco visto che si parla di bassa stagione.

I posti più belli a Zante

Ma quali sono i posti da non perdere sull’isola di Zante? Si potrebbe iniziare un tour vacanziero dalla cima di Navagio, un meraviglioso promontorio che regala una vista panoramica da sogno, quasi da togliere il fiato. L’importante è non dimenticarsi lo smartphone, per poter immortalare il paesaggio e condividere le foto sui social. Il vero simbolo di Zante, tuttavia, non può che essere identificato nella Spiaggia del Relitto, che non a caso viene spesso rappresentata sulle riviste di viaggi e sui profili Instagram dei turisti. A rendere ancora più affascinante questo luogo magico è il fatto che non lo si può raggiungere via terra: si arriva solo dal mare, e cioè in barca.

L’Isola di Cameo

Altra location da segnare in agenda in previsione di una vacanza a Zante è l’Isola di Cameo, non a caso segnalata su tutte le guide turistiche. Non si gustano cioccolata calda né torte pronte, a dispetto del nome, ma vale comunque la pena di raggiungere questa isola per assistere al meraviglioso spettacolo della natura. L’accesso è a pagamento, ma si parla comunque di pochi euro, e in più si riceve in omaggio un portachiavi con foto, per un souvenir da mostrare con orgoglio. Il giovedì e la domenica sono i giorni dell’aperitivo.

In gita sull’Isola di Marathonissi

Fra le tante attività a cui ci si può dedicare stando a Zante, si potrebbe pensare di regalarsi un’escursione che abbia come destinazione l’Isola di Marathonissi, che è molto nota soprattutto per le sue abitanti: le tartarughe marine. Presenti sia sulla terraferma che nelle acque del mare, si lasciano fotografare senza opporre resistenza (d’altra parte, anche se volessero scappare ci metterebbero il loro tempo). Il suggerimento è di prenotare una visita guidata che permette di conoscere ogni segreto di Marathonissi; si arriva in motoscafo, partendo da Porto Koukla, da Agios Sostis o da Laganas, per un viaggio che dura al massimo una decina di minuti. Per rilassarsi, si può scegliere fra una spiaggia di ciottoli e una spiaggia di sabbia bianca. Da non dimenticare, poi, i Pontikonisia, due isole davvero piccole.

Porto Limnionas

In questa rassegna di posti da scoprire a Zante e dintorni una citazione è doverosa per la baia di Porto Limnionas, che si sviluppa sul versante ovest dell’isola. È piuttosto complicato raggiungere questa location, non solo via terra ma anche via mare: e forse è proprio questo uno degli aspetti che contribuiscono a renderla così magnetica e piacevole. Le acque del mare sono davvero limpide, e il paesaggio propone una spiaggia di sassi e un litorale frastagliato. Volendo si possono richiedere sdraio, lettino e ombrellone, ma ci vuole un po’ di fortuna perché la disponibilità è ridotta. Dopo essere tornati in città, infine, varrà la pena di regalarsi una passeggiata alla scoperta dei monumenti locali, fra cui la Chiesa di San Marco e la Chiesa di Agios Nikolaos.

Written by claudiodibona

Due anni senza Kobe Bryant. Vanessa, sua moglie confessa: «Il dolore è tanto»

Outfit per eventi eleganti: consigli utili