Una meta consigliata per le prossime vacanze: la Svezia

La Svezia è una nazione all’avanguardia e con uno stile di vita diverso dal nostro, gli abitanti sono molto rigidi e poco comunicativi, un  dettaglio che si nota soprattutto quando li vedi circolare come dei robot dotati di auricolari agganciati ad iPod di ultima generazione. Ad attirare l’attenzione del visitatore che giunge per la prima volta in una grande città come Stoccolma sono gli immensi centri commerciali e i distributori di scatole colorate di latta o di carta pressata che a prima vista danno l’impressione di essere delle normalissime caramelle ma in realtà sono tabacco da masticare.

Il divieto di fumare nei luoghi pubblici in vigore dal 2004 ha fatto scoprire ai fumatori svedesi le bustine di nicotina aromatizzata che oltre ad essere un’alternativa al fumo è anche una scelta intelligente e discreta per assumere la dose di nicotina desiderata senza essere costretti ad accendere la sigaretta la cui combustione è inquinante e poco gradita a chi non fuma. Se il pensiero del caro vita scoraggia il viaggio in Svezia, niente paura perché questa nazione non è così cara come si possa pensare, infatti un pranzo normale (sicuramente non luculliano) costa circa 10,00 euro con acqua annessa.

Durante i giorni lavorativi la capitale è molto silenziosa, di un rigore quasi militare, ma nel weekend cambia faccia diventando preda di gruppi di ragazzi dediti agli schiamazzi e ai divertimenti offerti dai numerosi locali notturni dislocati soprattutto a Sofo a Södermalm che corrispondono ai nostri pub. La trasformazione del fine settimana avviene sempre nel rispetto delle leggi che vietano l’ingresso nei locali a tutti i ragazzi minori di 18 anni, l’esibizione della carta d’identità al personale addetto ai controlli non è quindi un optional ma un obbligo. Completamente diversi dai nostri sono anche i cibi arricchiti di intingoli e ingredienti speziati che li rendono saporiti ma un tantino pesanti da digerire. Una delle specialità culinarie da assaggiare assolutamente è il Laxpudding, una pietanza a base di salmone rigorosamente affumicato condito con latte, burro, panna, uova e patate.

Gli amanti del pesce potranno deliziare il loro palato assaggiando dei cibi preparati non solo a base di salmone ma anche a base di gamberetti. Un altro piatto della tradizione sono le Köttbullar, delle polpette di renna servite con una salsa delicata ai mirtilli. Se non si vuole correre il rischio di rimanere senza cena bisogna prestare una particolare attenzione agli orari di chiusura dei ristoranti che avviene abitualmente entro le 18:30. Decisamente poco economici sono invece i mezzi di trasporto pubblici ma se ci si munisce di Stockholm Card si potrà risparmiare sia sugli spostamenti cittadini sia sulle visite ai musei.

Avatar

Written by Redazione

I luoghi del cuore? I vincitori dell’annuale censimento definito dal FAI, Fondo Ambiente Italiano

Naomi Campbell, in topless per i-D Magazine. La venere nera bella come non mai

Naomi Campbell, in topless per i-D Magazine. La venere nera bella come non mai