Sardegna: perché prenotare una casa vacanza è meglio di soggiornare in albergo

Quando si deve organizzare un viaggio in Sardegna, uno dei primi aspetti a cui prestare attenzione è quello relativo alla scelta dell’alloggio: è meglio stare in un appartamento o prenotare una camera in albergo? Entrambe le soluzioni presentano degli aspetti positivi, ma a ben guardare una casa vacanza si dimostra più vantaggiosa per diversi fattori.

Il costo

L’aspetto economico è senza dubbio rilevante: è ovvio che le case vacanze Sardegna costano meno rispetto a una stanza in hotel. Nella maggior parte dei casi per le case vacanza non è prevista l’applicazione delle tariffe a notte, a differenza di quel che accade per gli hotel; al contrario, si opta per una tariffa unica che varia a seconda della stagione e della lunghezza del periodo. un esempio concreto può essere utile per avere le idee più chiare in merito, con un confronto fattuale. Ipotizzando che una famiglia con due adulti e due bambini desideri passare nel mese di agosto una vacanza di una settimana, si può scegliere fra un appartamento e un albergo: nel primo caso, la spesa complessiva si aggirerà tra i 500 e i 700 euro, a seconda che si abbia una camera matrimoniale con un divano letto o che ci siano due camere; nel secondo caso, invece, i prezzi sono molto più alti.

Quanto si spende per stare in hotel

Per esempio, una stanza quadrupla in un albergo a 3 stelle prevede un costo fra i 1.000 e i 1.200 euro, con un letto matrimoniale e due singoli o un divano letto; in un albergo a 4 stelle si spende anche di più, fra i 1.500 e i 2.000 euro. Ovviamente le variabili in gioco sono numerose, a seconda di dove si trova l’albergo e della sua tipologia. Poi ci possono essere case vacanza che costano di più e hotel che sono meno cari, ma in media in casa si spendono fra i 700 e i 100 euro a notte, in albergo fra i 150 e i 200 euro: come dire che la differenza fra l’una e l’altra soluzione comporta un risparmio di circa il 50%.

Perché privilegiare una casa vacanza

Per altro, in albergo ci sono anche costi supplementari a cui all’inizio non si fa caso, ma che nel computo finale si fanno sentire, eccome. Se è vero che le ciabatte, le saponette e lo shampoo sono gratuiti, è altrettanto vero che il frigobar è molto meno invitante: si possono spendere addirittura 3 euro per una semplice bottiglietta d’acqua. All’arrivo in una casa vacanza, invece, si possono trovare acqua e tutto ciò che serve per una prima colazione: dalla marmellata al the, dai biscotti al caffè, dalle fette biscottate alle brioche. A seconda della generosità del proprietario, può anche capitare di ritrovarsi con una bottiglia di vino del posto o con della frutta fresca. Ovviamente la cucina dell’appartamento è accessoriata con tutto quello che occorre per preparare i pasti, perché non tutti hanno intenzione di pranzare o cenare al ristorante tutti i giorni, anche se si è in vacanza.

Il tema della privacy

C’è, poi, la questione della privacy: un altro tema che non si può trascurare. È chiaro che in hotel non si può godere dello stesso livello di intimità che viene garantito da una casa privata. In un appartamento gli spazi possono anche essere condivisi, ma la scelta è comunque del singolo. In albergo, invece, o si sta nella propria stanza o si va fuori; a meno che non si voglia rimanere nella hall, ma qui di riservatezza ce n’è ben poca.

Tutto il comfort di casa

In un appartamento preso in affitto per una vacanza, ci si può sentire a proprio agio come se si fosse a casa propria, anche perché si ha a disposizione tutto quello che serve per stare bene: banalmente, un coltello per sbucciare una mela, che di certo non si può trovare in una camera d’albergo. Ma questo è solo un esempio fra i tanti che si possono menzionare, e che dimostrano come una casa vacanza metta a disposizione tutta la dotazione di cui si può aver bisogno per trascorrere il tempo in maniera piacevole.

Una vacanza da sogno

Infine, soggiornare in una casa vacanza consente di immergersi fino in fondo nell’atmosfera e nel clima del posto in cui ci si trova, vivendo un’esperienza senza pari. È chiaro che un hotel non può trovarsi in location particolari, magari vicino a una spiaggia isolata a cui si può arrivare solo a piedi, oppure a pochi passi dal mercato locale. Insomma, grazie a un soggiorno in appartamento si ha la certezza di non lasciarsi sfuggire un solo dettaglio del posto in cui si decide di trascorrere il tempo della propria vacanza.

Written by claudiodibona

Tina Turner e il marito Roger Federer acquistano una tenuta in svizzera da 76 milioni di dollari

È morto lo stilista francese Manfred Thierry Mugler: visionario della moda contemporanea