Perché intraprendere una carriera come modella o modello?

Che sia per mero egocentrismo o per una passione innata, il mondo della moda è un settore lavorativo a tutti gli effetti. E fare il modello ne è la dimostrazione. Una professione vera e propria per rivendicare chi afferma che può essere solo un hobbies

Professione “modella”

Perché un ragazzo/a, arrivato ad un certo punto della sua esistenza, dovrebbe provare a diventare un modello professionista? Soldi facili ( per alcuni), passione, egocentrismo, successo e riconoscimento; sono tra le cause indiscusse che maggiormente si attribuiscono al fatto che un ragazzo “di bell’aspetto” si interfacci e muovi i suoi primi passi nel mondo della moda. Niente di strano o sbagliato, quindi, se non fossero motivazioni superficiali e talvolta esposte con una leggera ombra di pregiudizio. Perchè il “giudizio a priori” è sempre dietro l’angolo, e non sempre positivo.

C’è chi inizia una carriera nel mondo della moda perché ha avuto, a suo tempo, una famiglia composta da genitori o parenti ex-modelli ( vedi il caso delle sorelle Hadid e Bar Rafaeli); i così detti “figli d’arte”; c’è chi invece, inizia una carriera nel modeling per “fame” di riscatto nei confronti della vita stessa, mosso da ( alle volte) un’insana voglia di emergere, talora, ad ogni costo e oltre l’etica e la moralità. Qualcun altro, meno competitivo, per un semplice guadagno momentaneo sfruttando la propria immagine ( i così detti “soldi facili”, che poi così facili non sono). Egocentrismo? Successo? Sete di vanità? Qualsiasi modello, che si consideri tale, sogna di vedersi un giorno all’interno di una campagna mondiale per un noto brand e dire al mondo: “Guardatemi, ce l’ho fatta”. 

La passione muove le montagne

Sei un bellissimo ragazzo o ragazza, lo sai e ne sei “quasi” pienamente consapevole, anche nel profondo di te stesso. Nonostante ciò, potresti nutrire qualche piccolo barlume di insicurezza ( di cui chiunque talvolta ne è vittima). Il senso comune, dal canto suo, ti pone il seguente quesito che inevitabilmente ti stuzzica la curiosità: ” Sei così bello, alto e di piacevole presenza….Perché non fai il modello?”. Se ad aggiungersi ad una voce, sono un coro insistente di persone, allora inizia la fase di valutazione e considerazione del tutto, e si prende finalmente atto, della possibilità di prendere sul serio queste affermazioni. Si incomincia ad indagare sui modelli già affermati, sulle agenzie più importanti, sulle foto da fare…. Da quel momento in poi, il mondo della moda, fa già parte della tua realtà, inconsapevolmente e in punta di piedi; e diventerà con il passare del tempo motivo di rivalsa e ammirazione.

C’è chi più semplicemente viene notato dagli addetti ai lavori attraverso lo scouting, e vede la sua vita cambiare da un giorno all’altro. C’è chi vuole fortemente diventare un modello e cerca le condizioni per far sì che questo sogno si realizzi concretamente ( come la sottoscritta). C’è chi, invece, desidera ardentemente una rivincita personale, dettata dall’esigenza di mantenere se stessi in termini economici ( perchè provenienti da realtà compromesse) e di dimostrare al mondo il proprio valore attraverso la propria immagine. In breve, c’è chi cerca di fare il modello perchè “vuole fare il modello” e chi non nutriva questa passione dentro di sè e nonostante tutto, il destino della vita (imprevedibile e repentino),  l’ha messo improvvisamente su questa strada. La passione, infatti, è la motivazione fondamentale: colei che muove le montagne.

“Concentrati su quello che puoi fare oggi e fallo”

“Concentrati su quello che puoi fare oggi e fallo. Poi domani ripartirai da ciò che hai ottenuto. E così via. Passo dopo passo, otterrai ciò che vuoi”. Passione, tanta passione, per quello che si fa e che si farà… Dedizione e amore per il proprio lavoro: queste sono le motivazioni fondamentali per chi vuole intraprendere una carriera di successo nel modeling. A volte sottopagati e disposti a subire i peggio “stress” dettati dall’ambiente, ma pur sempre, con il sorriso sulle labbra. Sottoporsi ad  innumerevoli shooting anche senza essere pagati ( perchè progetti editoriali, e si sa, la gavetta ha un costo). Avere il fuoco dentro, superare qualsiasi competizione e non essere mai pienamente soddisfatti ( nella giusta misura) del proprio lavoro, per cercare dentro di sè “il meglio” ogni qualvolta capiti l’occasione. E ovviamente, non arrendersi mai, perchè “chi la dura, la vince”.

Auto-motivarsi anche quando nessuno lo farà per te, perché sei solo con te stesso e devi contare e credere fermamente nelle tue potenzialità. Il gioco è fatto: con la giusta dose di passione, motivazione e coraggio sempre supportate da una corretta visione della realtà, si possono fare grandi cose nel mondo della moda. Carattere e determinazione, tenacia e bellezza, unite da un’ inevitabile fortuna, sono le carte vincenti per inseguire e raggiungere il successo. Senza dimenticare serietà e professionalità, perché la moda è un lavoro a tutti gli effetti, anche se a detta di molti, fare il modello risulti un hobbies o comunque un’attività da svolgere a tempo perso. Niente di più sbagliato: è una professione vera e propria, e come tale, va riconosciuta. Ricordati: Il lavoro più grande in primis  inizia da te stesso. Good luck!

Avatar

Scritto da valentinabissoli

Tendenze Inverno 2020: Meghan Markle senza collant

Grammy Awards 2020: i look più belli sul red carpet