Stonehenge Solstizio d’Estate 2020: come partecipare al rito magico

A causa dell’emergenza sanitaria COVID-19 l’evento non si terrà, ma una soluzione è stata trovata comunque e sarà accessibile a tutti

L’antico sito spirituale di Stonehenge, nel Regno Unito, ogni anno attrae a sé centinaia di migliaia di visitatori per celebrare il mistico Solstizio d’Estate. Il Solstizio d’Estate coincide con il giorno più lungo dell’anno. A Stonehenge quest’anno è toccata la medesima malaugurata sorte che si è scagliata su tutti gli eventi sociali sparsi per il mondo. A causa dell’emergenza sanitaria COVID-19 l’evento non si terrà, ma una soluzione è stata trovata comunque e sarà accessibile a tutti.

English Heritage, l’organizzazione che si occupa della gestione di Stonehenge, ha comunicato che quest’anno il solstizio d’estate verrà trasmesso in live streaming sul loro sito. Un’opportunità per tutti, da cogliere assolutamente!

Sulla pagina Instagram @englishheritage, si legge: “Potresti non essere in grado di visitarli al momento, ma la cura dei nostri luoghi storici continua. Vai alle nostre storie per un tour di visita a Stonehenge con il nostro Senior Property Curator, Heather Sebire. Scopri come ci prendiamo cura delle pietre, cosa cerchiamo nei nostri controlli quotidiani e osserva da vicino alcuni dei più antichi graffiti sulle pietre – alcuni risalenti all’età del bronzo!”. Nichola Tasker, direttore di Stonehenge, ha dichiarato: «Abbiamo consultato ampiamente se avremmo potuto procedere in sicurezza. Ma purtroppo alla fine, riteniamo di non avere altra scelta che annullare l’evento. Speriamo che il nostro live stream offra un’opportunità alternativa per le persone vicine e lontane di connettersi con questo luogo spirituale. In un momento così speciale dell’anno come il solstizio. Non vediamo l’ora di dare il benvenuto a tutti l’anno prossimo».

Il Solstizio d’Estate a Stonehenge sarà trasmesso in streaming domenica mattina, 21 giugno (ora locale), sugli account dei social media di English Heritage.

Sulla pagina Instagram @englishheritage, si legge: “Purtroppo, non possiamo visitare di persona i nostri luoghi storici, ma faremo del nostro meglio per portarti le storie affascinanti qui su Instagram. Il 26 ottobre 1918, Stonehenge fu offerto da Cecil e Mary Chubb a Sir Alfred Mond. Primo commissario per le opere, come dono per la nazione. Cecil Chubb aveva acquistato Stonehenge per £ 6600 in un’asta locale appena tre anni prima. Prima del 1918, il monumento era sostenuto da pali di legno e alcune pietre erano in pericolo di crollo.”

“Un numero crescente di visitatori alla fine del XIX secolo aveva provocato danni, con persone che periodicamente scheggiavano le pietre per i souvenir e grattavano i loro nomi sul monumento. Sebbene ciò sia stato in gran parte fermato dall’introduzione di una tassa di ammissione e dal relativo poliziotto dal 1901 in poi, il monumento stesso era ancora in condizioni pericolose. Grazie alla generosità dei Chubbs, Stonehenge fu salvato. I predecessori di English Heritage, The Office of Works, iniziarono a prendersi cura del monumento, ripristinando molte delle pietre cadute e intraprendendo un importante sondaggio e un programma di scavi. Oggi, l’antico monumento è curato dall’eredità inglese per conto della nazione.”

Nella foto: Stonehenge inondata di luce

Diodato, Arena di Verona vuota: l’esibizione da pelle d’oca

Avatar

Written by Erika Barone

Saldi estivi 2020: quando iniziano, in cosa saranno diversi dal solito e perché

Saldi estivi 2020, quando iniziano e in cosa saranno differenti. Mano al portafoglio!

Charlotte Casiraghi e mamma Carolina: identiche anche nello stile