Fedez Instagram, il Codacons indaga sui 4 milioni di fondi raccolti e minaccia di bloccarli: «Qualcuno li fermi»

Sul profilo Instagram di Fedez arriva l’attacco al Codacons, stanno cercando di bloccare i soldi provenienti dalla raccolta fondi su GoFundMe.com

Sul profilo Instagram di Fedez arriva il forte attacco all’associazione del Codacons. Il cantante fa riferimento ad una articolo pubblicato su “The Vision” e denuncia la loro pessima e fuorviante pubblicità. Sul sito dell’Associazione per i Diritti dei Consumatori fa capolino un banner che invita gli italiani ad aiutarli nella lotta contro il Coronavirus. Peccato che una volta cliccato, il messaggio è completamente un altro. I soldi donati al Codacons non verranno stanziati per ospedali o fondi di ricerca bensì saranno destinati direttamente a loro, con la promessa di “risparmiare sulle tasse”. Quale sia il collegamento tra Coronavirus e tasse non lo sappiamo. Fedez è furioso, non riesce quasi a parlare da quanto gli tremano le labbra ed esasperato urla: «Qualcuno li fermi!».

Fedez

Coronavirus, Ralph Lauren è il più generoso: donazione da 10 Milioni di dollari

Fedez denuncia il Codacons, vogliono bloccare 4 milioni di euro donati

Fedez è furibondo. Il Codacons e l’Antitrust stanno indagando contro il sito GoFundMe, utilizzato per la raccolta fondi dai Ferragnez e attraverso il quale hanno raccolto più di quattro milioni di euro da destinare all’ospedale San Raffaele di Milano. L’indagine è partita per controllare che tutti i proventi e la parcella che spetta al sito siano conformi alle leggi e che non ci sia stato nulla di illegale o sospetto. A far infuriare Fedez è la minaccia di “stoppare i fondi” e renderli inutilizzabili! Il cantante perde la pazienza e non ci sta: «Tutto ciò é scandaloso.»

Coronavirus: mascherine, copriscarpe e tute protettive, gli stilisti scendono in campo

Quattro milioni e 14 giorni, nuovo ospedale a Milano

Solo pochi giorno fa, Chiara Ferragni e Fedez mostravano orgogliosi il nuovo ospedale di terapia intensiva costruito da zero in soli quattordici giorni. Il cantante infatti è stato di una limpidezza unica, ha mostrato giorno per giorno i lavori in corso per rassicurare i donatori e mostrare a loro il frutto dell’impegno collettivo. Per questo si sente particolarmente offeso, nelle stories ammette di aver dovuto fare i conti anche con i preventivi delle attrezzature mediche: «Di cui non ci capisco assolutamente un c***o!». Il rapper specifica inoltre che parte del guadagno del sito GoFundMe è stato donato, sotto loro richiesta, agli ospedali di Milano, Bergamo e Cremona. La cifra donata è pari a 250mila euro! Veder queste meravigliose iniziative, infangate per trarne qualche profitto è davvero deludente.

Avatar

Written by Sara Corsini

Principe Carlo

Coronavirus: Principe Carlo applaude al personale medico ed infermieri

Da Giorgio Armani a Miuccia Prada: gli stilisti si raccontano al tempo del Coronavirus