Ex area trotto San Siro a Milano venduta a Hines Europe: investimento di 350 milioni

Si tratta di un’area di 150mila metri quadrati con un’ampia area verde aperta alla cittadinanza e caratterizzata da un’offerta residenziale con un’importante quota d’affitto a canoni accessibili

“Questo è un importante investimento nel futuro di Milano. Faremo leva sulla nostra esperienza nella rigenerazione urbana e nei progetti di sviluppo residenziale in Europa e nel mondo, lavorando con autorità e partners locali grazie al nostro team in Italia, per creare una nuova comunità dinamica e sostenibile. Il nostro investimento nella città di Milano consolida la nostra strategia, ovvero essere leader in Europa nei principali progetti urbani di sviluppo residenziali e a destinazione mista, mantenendo una forte presenza sul territorio in località strategiche.” Lars Huber Ceo di Hines Europe

Nuovi spazi in vista per la città di Milano, arriva da parte della Hines Europe un grande investimento nell’area Ex Trotto ed Ex Centro di Allenamento di San Siro a Milano, superficie dismessa dal punto di vista sportivo fin dal 2013. Il nuovo progetto vedrebbe l’aria trasformata in una destinazione mista con prevalenza residenziale.

Come sarà realizzato il progetto dell’ex area Trotto di San Siro

Il progetto preliminare di rigenerazione urbana, da sottoporre nei prossimi mesi alle autorità competenti, intende recuperare un’area complessiva di 150.000 mq, da tempo non utilizzata, aprendola alla città di Milano. Altro aspetto chiave sarebbe rappresentato dai servizi rivolti al quartiere di San Siro e all’intera comunità, oltre a quelli pensati per le famiglie e per gli anziani, per i quali sarebbe prevista un’offerta dedicata. L’iniziativa con obiettivo di lungo termine comporterebbe investimenti per circa 350 milioni di euro nei prossimi 4 anni.

Chi ha finanziato l’iniziativa dell’ex area Trotto di San Siro

In merito all’operazione, Hines Europe è stata assistita da altre aziende come: Chiomenti; Belvedere Inzaghi & Partners e Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners.Vitale & Co ha ricoperto il ruolo di advisor finanziario mentre EY ha seguito le tematiche fiscali. Snaitech è stata invece assistita da BonelliErede.
KPF ha curato il masterplan, assistita da Starching in qualità di Local Architect, da Land in qualità di paesaggista e da Freyrie Flores Architettura. Prelios Integra ha coordinato invece gli aspetti progettuali congiuntamente a Perelli Consulting. Infine, le attività tecnico ambientali sono state seguite da REAAS mentre quelle relative a mobilità e traffico da MIC.

Avatar

Written by chiaradinunzio

Quando riaprono i dentisti? Con la fase 2 torneremo a sorridere

1 maggio: sfilata online contro il Coronavirus