Come scegliere una penna di lusso per un’occasione speciale

Penna a sfera, stilografica, roller, pennarello, tanti tipi di penne di lusso che possono farci perdere rapidamente la testa quando si tratta di fare una scelta.

Nel corso degli anni, che si tratti di comunicare o prendere appunti, i nostri comportamenti relativamente alla scrittura hanno subito dei cambiamenti. Cambiamenti provocati dalla comparsa di smartphone e altri dispositivi elettronici, essi stessi simboli di una certa perdita di significato: quella delle curve e dell’attaccatura dell’inchiostro sulla carta!

Ma al di là di questo declino della scrittura, gli schermi danno anche alle nostre penne una nuova prospettiva. Nuova, ma non meno essenziale! In effetti, le penne, qualunque esse siano, si sono affermate più che mai come simboli.

Nessuna resistenza contro le nuove tecnologie, ma a volte ci piacciono i simboli che conserviamo per tutta la vita, a volte che ci piace (e che piacere!) usare. E proprio per questo, scegliere una penna non è un atto così banale. Perché il mondo della scrittura è un mondo vasto e ricco, i cui contorni dovrebbero essere afferrati prima di tuffarcisi nel profondo.

Penna a sfera, stilografica, roller, pennarello, tanti tipi di penne di lusso che possono farci perdere rapidamente la testa quando si tratta di fare una scelta.

Ecco i nostri consigli per scegliere una bella penna.

Penna di fascia alta: i criteri di selezione

Certo, quando si parla di scegliere una penna di lusso per un’occasione (regalo di laurea, età pensionabile, firma del contratto a tempo indeterminato, ecc…) va da sé che qui non si pensa alla spesa per il rientro a scuola dei bambini.

No, la questione è molto più simbolica, poiché l’oggetto è collocato in una prospettiva a volte quotidiana, a volte occasionale, lontana dall’uso o dall’abitudine forzata. È quindi molto naturale che possano sorgere alcune domande. Domande che poi si imporrebbero come criteri per la scelta di una penna buona e bella.

Penne: per quale/i uso/i?

Ovviamente l’uso della penna è LA domanda da porsi quando si decide di fare il passo verso l’acquisto. È per te stesso? È un regalo?

Se è per te, dovresti chiederti: è una penna per uso frequente (ad esempio per prendere appunti), un prodotto che utilizzerai come compagno quotidiano?, oppure è piuttosto una penna che useremo sul nostro desk per firme o per documenti importanti?.

Tante domande che portano a riflessioni su come andremo a pensare all’uso della nostra penna. Naturalmente, il budget sarà poi determinato in base a questo, e guiderà la nostra scelta.

Un altro criterio è fondamentale nella scelta di una penna: è la funzionalità! Se i modelli di penne sono tanti, è importante metterli in prospettiva con la propria quotidianità: una punta rossa in più, una matita portamine, una punta con gommino per smartphone, ecc. In realtà, ci sono tanti tipi di penne quanti sono gli usi in un giorno. Non esiste una penna tipica, come le scarpe, esiste l’occasione.

Punto chiave di una buona penna: il comfort

Il comfort è, come per ogni oggetto di utilità, una base necessaria per la scelta del proprio prodotto. Nel caso della penna, è proprio la mano che si impone come primo strumento su cui appoggiarsi per determinare, se non altro il tipo di penna. Perché sì, ad esempio, se sei mancino, a volte avrai meno probabilità di appoggiarti alle penne roller che alle penne a sfera. Per non segnare il tuo foglio con brutte tracce di inchiostro!

Prova a chiederti: “Qual è la sensazione che cerco in una penna? Ho una grafia piuttosto stretta, piuttosto grande, piuttosto rotonda?”. Ad esempio, se ti piace scrivere con le penne stilografiche, per creare tratti precisi ed essenziali, ci concentreremo maggiormente sui cosiddetti pennini “flex”, e in oro 14 o 18 carati, che possono accompagnarci quotidianamente.

Quale prezzo per quale penna?

Se scegliere una bella penna è un atto premuroso, e talvolta anche unico anche per un regalo speciale, va da sé che il budget può far parte dei criteri per determinare a quale tendere. Alcuni tipi di penne sono necessariamente più convenienti di altri, ma spesso le nostre gamme di budget sono più ampie quando si tratta di ottenere un oggetto del genere, sia utilitaristico che simbolico.

Sì, volere la bellezza significa anche saper pagarne il prezzo! Tuttavia, la maggior parte dei marchi offre gamme diverse, che, legate a innovazioni e tendenze diverse, ci consentono di soddisfare le nostre esigenze nel modo più bello.

Penna di lusso: uno status symbol

Si comprenderà, una penna ben disegnata, il cui lavoro è finemente adattato alla nostra mano, è un simbolo! Ma non un simbolo qualsiasi. Un simbolo sociale, che potrebbe essere richiesto di mostrare, o addirittura esibire.

Ad esempio, quale simbolo più bello che chinarsi su una penna stilografica, a testimoniare sia la tua delicatezza nella scrittura che la tua precisione? Ma non è tutto, perché è anche importante ricordare che in alcune famiglie la penna si tramanda di generazione in generazione, rendendola un oggetto quasi prezioso. Come un gioiello, una bella penna deve quindi essere percepita da questa angolazione. Quale simbolo dare oltre la scritta che porta?

Written by claudiodibona

Sneakers di lusso: ecco le scarpe più costose al mondo nel 2022

Moda uomo: le scarpe Oxford di Dellovo vestono la raffinatezza