Chi è Catherine Spaak: vita privata e carriera della nota attrice francese

Una diva a tutto tondo che ha raggiunto la vetta del successo negli anni sessanta e settanta. Andiamo a scoprire qualcosa in più su di lei.

Catherine Spaak è una famosa attrice, cantante e conduttrice televisiva francese naturalizzata italiana. Una diva a tutto tondo che ha raggiunto la vetta del successo negli anni sessanta e settanta. Andiamo a scoprire qualcosa in più su di lei ripercorrendo la sua vita privata e la sua carriera.

Catherine Spaak

Catherine Spaak: vita

Catherine Spaak nasce a Boulogne-Billancourt, in Francia, il 3 aprile 1945, sotto il segno zodiacale dell’Ariete. La sua altezza ufficiale è di 1,71 metri. Cresce in una famiglia belga attorniata da uomini importati come artisti e politici. Infatti lo zio Paul-Henri che ha ricoperto per più mandati la carica di primo ministro del Belgio. Sua madre Claudie Clèves, era un attrice e Charles invece è il padre che è uno sceneggiatore cinematografico. La sorella si chiama Agnès ed è stata attrice e poi fotografa.

Catherine Spaak

Catherine e i suoi mariti

Durante la sua vita Catherine Spaak è stata spostata diverse volte. Infatti il suo primo matrimonio avviene con l’attore italiano Fabrizio Capucci. I due si sono conosciuti sul set del film La voglia matta. Dal loro incontro e successivo sposalizio nasce la prima figlia di Catherine: Sabrina. Successivamente, dal 1972 al 1979, la Spaak è convogliata a nozze con Johnny Dorelli. Da lui Catherine ha un’altro figlio: Gabriele. Arriva però per l’attrice un terzo matrimonio, quello con l’architetto Daniel Rey. L’ultima volta che la showgirl ha indossato l’abito bianco è stata nel 2013 con Vladimiro Tuselli, che ha 18 anni meno di lei. Tuttavia, nel 2020, durante la trasmissione Io e Te, ha dichiarato di essere single e di stare bene così.

Catherine Spaak

L’incubo dell’ictus

Purtroppo per Catherine Spaak la vita non è sempre stata sempre rose e fiori. Infatti nel 2020 l’attrice ha rivelato di aver un ictus e successivamente delle crisi epilettiche. Ha infatti affermato «Ho avuto un’emorragia cerebrale e, successivamente, delle crisi epilettiche dovute alla cicatrice. Un’emorragia non fa piacere a nessuno, ma oggi sono qui con il sorriso, con la capacità di ragionare e di parlare, ma anche di ribellarmi. Non ho perso la mia grinta e il mio coraggio. Dico a tutti che si va avanti». E ancora: «Uno si sveglia la mattina e ha delle cose da fare, come tutti, e poi si risveglia in un letto di ospedale e si chiede perché, perché non si è accorto di niente. E le dicono ‘Signora ha avuto un’emorragia cerebrale e avverta i propri parenti perché forse non arriverà all’alba’. Sei mesi dopo ho avuto una crisi di epilessia dovuta alla cicatrice di questa emorragia. Non camminavo e non vedevo, sono andata in due strutture a Roma per la riabilitazione. Non ricordo niente di questa crisi e trovo che sia bellissimo. Ci si cura, si guarisce e si torna a fare la stessa vita di prima».

La carriera

Catherine Spaak ha avuto una carriera lunghissima piena di film di grande rilevanza. Comincia la sua scalata a soli 14 anni recitando nel filmIl buco di Jacques Becker. Il suo debutto in Italia è riconducibile invece al 1960 dove la francese partecipa al film Dolci Inganni di Alberto Lattuada. Questa pellicola condizionerà i suoi ruoli successivi che la porteranno infatti a interpretare spesso la parte dell’adolescente spregiudicata. Infatti negli anni successivi Catherine Spaak partecipa ai film: Diciottenni al sole, Il sorpasso, La noia, La calda vita, La parmigiana, La bugiarda e La voglia mattaCinema ma anche tanta musica. Infatti la Spaak pubblica diversi 45 giri, tra cui Mi fai paura e Quelli della mia età e L’esercito del surf noto anche come Noi siamo i giovani.

>> Colore capelli primavera estate 2021: sfumature e tecniche super trendy

 

 

Written by Ilaria Di Pasqua

Cracco, dal podere romagnolo ai navigli milanesi: "La mia sfida al Covid"

Chef Carlo Cracco all’arrembaggio! Dal podere romagnolo ai navigli milanesi: “La mia sfida al Covid”

Console vintage, un design e un prezzo di lusso per giocare come una volta