Anniversario della morte di Raffaello, 500 anni dopo gli censurano la Fornarina

Anche il Circolo dei Lettori di Milano si è tuffato a piè pari nel magico abisso dei social network, nella fattispecie di Facebook, per omaggiare Raffaello… qualcosa deve essere andato storto

Il Circolo dei Lettori di Milano, come tanti altri posti fisici e culturali, nei giorni della quarantena causata dalla pandemia del Coronavirus, ha spostato la propria programmazione on-line. Servendosi dunque dei mezzi che abbiamo tutti a disposizione e che ora come non mai si stanno rivelando dei veri e propri salvavita. Programmazione che inizia proprio con l’omaggio all’anniversario della morte di Raffaello. Il Circolo dei Lettori di Milano si è quindi servito dei mezzi che abbiamo tutti a disposizione e che ora come non mai si stanno rivelando dei veri e propri salvavita. Utili a foraggiare la vita sociale personale, come le attività più svariate, dalle dirette fornite dagli influencer, ai concerti in balcone con ospite Pavarotti, agli eventi culturali. Ecco dunque Il Circolo dei Lettori di Milano farsi largo nel web. Peccato che il programma da loro pubblicato non fosse congeniale a Facebook e che quindi sia stato immediatamente soggetto a rimozione… capiamo meglio cos’è successo.

Anniversario morte Raffaello, 500 anni dopo viene censurata la sua Fornarina

Il primo incontro, programmato per giovedì 9 alle h 18.30, sarà dedicato a Raffaello, per onorare il cinquecentenario della scomparsa. Interverranno Giovanni Morale, direttore delle Gallerie d’Italia di Piazza Scala e Pierluigi Panza, autore di “Un amore di Raffaello”, fresco fresco di stampa. E prima dell’incontro, presenzierà Salvatore Carrubba, nuovo Presidente del Circolo, che tiene i propri incontri a Casa Manzoni. Carrubba saluterà un pubblico che ha già mandato sold-out le prenotazioni  all’appuntamento organizzato dal Circolo dei Lettori di Milano. Le modalità di partecipazione prevedono l’ausilio della piattaforma Zoom. Cos c’entra, dunque, la censura, con tutta questa ondata di cultura raffaelliana?

Anniversario morte Raffaello, 500 anni dopo gli censurano la Fornarina

Il fattaccio

Come già scritto, anche il Circolo dei Lettori di Milano si è tuffato a piè pari nel magico abisso dei social network, nella fattispecie di Facebook. Dunque, in questi giorni, si è provveduto a costruire un post che contenesse le indicazioni per pubblicizzare l’evento. L’immagine utilizzata come corpo del post era quella della Fornarina, un ritratto fra i più intensi, carnali e perfetti di Raffaello. Certo, la giovane è piuttosto discinta, i seni sono scoperti, sul ventre un etereo velo non nasconde nulla.  Insomma, poco spazio all’immaginazione. Il post è stato reso pubblico alle h 13.15. e alle h 14.41 Facebook ha risposto che l’immagine non fosse consona al senso di pudore proprio del social. Via dunque alla censura e alla rimozione. Per fortuna oggi Raffaello è morto e non ha potuto assistere a questa superficiale scemenza. Requiescat in pacem.

Must Have Primavera/2020, tutti i look da indossare post quarantena

Avatar

Written by Erika Barone

Quarantena, come andare al cinema: l'idea geniale (ri)nasce in America

Quarantena, come andare al cinema: l’idea geniale (ri)nasce in America

Compleanno Francis Ford Coppola, dedica un video all’Italia: Lettera of Hope