Tania Cagnotto è incinta: rinuncia alle Olimpiadi di Tokyo 2021

«Questa volta ho scelto la vita». Queste le parole di Tania Cagnotto, che ha rinunciato a Tokyo a causa della sua gravidanza

Tania Cagnotto è incinta. Splendida notizia per tutti gli appassionati dei tuffi da trampolino. L’anno prossimo, a causa della gravidanza, non la vedremo alle Olimpiadi di Tokyo 2021, come portabandiera dell’Italia (nella disciplina dei tuffi). Tuffatrice pluri-premiata, ha rinunciato a Tokyo dichiarando: «Questa volta ho scelto la vita». Tania Cagnotto è l’unica donna nella storia italiana ad aver vinto una medaglia d’oro mondiale nei tuffi, oltre ad essere la tuffatrice europea con il maggior numero di podi in carriera. Alle Olimpiadi di Rio del 2016 si è aggiudicata la medaglia di bronzo dal trampolino di 3 metri e quella d’argento nel trampolino sincro in coppia con Francesca Dallapé.

Tania Cagnotto è incinta e rinuncia alle Olimpiadi di Tokyo 2021

Dovevano svolgersi quest’anno, ma a causa della pandemia dovuta al Corona-virus; le Olimpiadi di Tokyo si svolgeranno “a spron battuto” l’anno prossimo, 2021. Tra le stelle italiane, ad aggiudicarsi le medaglie, però, non ci sarà Tania Cagnotto, a causa della gravidanza in corso. L’atleta azzurra ha annunciato via Instagram di essersi ritirata dalla prossima Olimpiade. «Non avevo più quella forza di volontà che una competizione come questa richiede». «E sono già felice». Questa è la sua seconda gravidanza.

Rinunciare o meno alla sua strada verso Tokyo? “È stata una scelta difficile”

Tania Cagnotto ha comunicato la sua seconda gravidanza attraverso una foto. «Eccoci qui», ha dichiarato, «Vi avevo detto che verso settembre avrei deciso se continuare o meno la mia strada verso Tokyo. È stata una scelta difficile», ha ammesso via Instagram, annunciando la verità sul suo destino professionale e personale. La natura ha fatto il suo corso, ed ha espresso la sua volontà.

View this post on Instagram

Eccoci qui.. vi avevo detto che verso settembre avrei deciso se continuare o meno la mia strada verso Tokyo. E’ stata una scelta davvero difficile… Da una parte la voglia di partecipare alla mia 6ª olimpiade da mamme con il grande sogno di portare la bandiera 🇮🇹 e dall’altra il desiderio di allargare la famiglia👨‍👩‍👧‍👦 Ebbene si,questa volta ho scelto la vita,la famiglia e poco dopo il destino ha voluto regalarmi una nuova vita dentro di me, già felice per la mia scelta ❤️ So che molti di voi volevano vedermi ancora una volta sul trampolino e mi spiace di avervi deluso ma in questo lockdown, come sarà successo a tanti altri, ho avuto tempo di riflettere e capire cosa fosse più importante per me. Non avevo più quella forza di volontà(che per 20 anni mi ha guidato) di impegnarmi e sacrificarmi nel modo in cui un olimpiade lo richiede!Ho sempre onorato tutte le Olimpiadi e non potevo non farlo anche questa volta! Grazie @francescadallape per avermi convinta ad affrontare questa sfida pazzesca e di avermi fatto tornare a sognare qualcosa in grande come un Olimpiade da mamme…E ancora una volta grazie a tutti voi, che avete ricreduto in me…voi che mi avete dato la forza di rimettere in moto la macchina…voi che mi avete sempre sostenuto con messaggi di stima e affetto!Vi prometto che vi renderò ancora partecipi della mia vita e comunque questo è solo un arrivederci al mondo dei tuffi perché credo di poter dare ancora qualcosa in un altra veste… (E poi a Maya servirà un allenatrice😂)

A post shared by Tania Cagnotto (@cagnottotania) on

Tania Cagnotto dichiara: «Questa volta ho scelto la vita, la famiglia»,

Attraverso un feed, sempre sui social, la bella Tania scrive: «Da una parte, la voglia di partecipare alla mia sesta Olimpiade da mamma, con il grande sogno di portare la bandiera, e, dall’altra, il desiderio di allargare la famiglia. Questa volta ho scelto la vita, la famiglia».Prosegue: «Poco dopo il destino ha voluto regalarmi una nuova vita dentro di me. So che molti di voi volevano vedermi ancora una volta sul trampolino e mi spiace di avervi deluso ma in questo lockdown, come sarà successo a tanti altri, ho avuto tempo di riflettere e capire cosa fosse più importante per me. Non avevo più quella forza di volontà (che per 20 anni mi ha guidato) di impegnarmi e sacrificarmi nel modo in cui un’Olimpiade lo richiede». Una scelta difficile, ma al contempo decisa a dedicarsi con tutta se stessa alla propria famiglia.

«A Maya, servirà un’allenatrice»

Maya, figlia primogenita di Tania Cagnotto, nata nel 2018; pare abbia necessità di un’allenatrice in breve tempo. “Buon sangue, non mente”. La piccola, probabilmente, è già destinata a perseguire il percorso intrapreso in precedenza dalla madre. Sembrava che l’atleta azzurra di Bolzano ( già durante la prima gravidanza) non volesse più tornare allo sport, ma la possibilità di gareggiare ancora una volta con Francesa Dallapè, l’atleta e amica che le ha insegnato a tenere insieme mondi distanti, aveva avuto la meglio. Questa volta, però, la famiglia si è rivelata la scelta definitiva.

 

Avatar

Written by valentinabissoli

“Robin’s Wish” è il titolo del docufilm dedicato agli ultimi giorni di Robin Williams

Antonio Banderas positivo al Coronavirus. Un compleanno da dimenticare