La quarantena di lusso dei ricchi: tra mega yacht ai Caraibi e condomini autosufficienti

come sul Titanic, in discoteca e in aereo, anche in questo caso, la differenza tra persone ricche e persone non abbienti ci ha messo poco a farsi sentire

La diffusione del Coronavirus ha sconvolto di gran lunga la vita di gran parte della popolazione mondiale. Una pandemia che ha riguardato l’intero globo e che nel giro di soli due mesi, ha registrato centinaia di migliaia di casi e di decessi, mettendo in ginocchio l’economia di interi Paesi. I capi di Stato, per ostacolare il più possibile la diffusione del virus, hanno vietato ogni spostamento non necessario adottando ogni restrizione possibile, fino a mettere in quarantena la popolazione.

Quarantena di lusso: yacht o condominio autosufficiente, cosa sceglieresti?

Una cosa è certa, e cioè che la quarantena non stia sortendo gli stessi effetti per tutti e riducendo tutti alle medesime condizioni. Ovviamente, come sul Titanic, in discoteca e in aereo, anche in questo caso, la differenza tra persone ricche e persone non abbienti ci ha messo poco a farsi sentire. Tra yacht extra lusso, bunker ben arredati, dotati di ogni sfarzoso comfort e condomini autosufficienti. I miliardari più miliardari del pianeta stanno trascorrendo questa quarantena a modo loro. Certamente siamo sicuri che il non potersi spostare costi loro un limite, ma passare queste settimane in mezzo al lusso più sfrenato crediamo renda il tutto un po’ più tollerabile. Sicuramente più del mio appartamento di 42 mq in condivisione con un’altra persona.

La vita è fatta a scale

Dicevamo che nonostante questo rappresenti un periodo ostile per tutti, ci sono persone estremamente fortunate che hanno la possibilità di trascorrere la quarantena meglio di altre. Ad esempio Roman Abramovich, magnate russo e proprietario del Chelsea, che al momento si trova a bordo del suo yacht Eclipse. 162 metri di lusso e sfarzo, ancorato nel bel mezzo del Mar dei Caraibi, in buona compagnia. Pare che oltre Roman presenzino altri 50 miliardari con le loro imbarcazioni extra lusso. Ma non è finita qui. Molto prima dello scoppio della pandemia da Coronavirus, lo sviluppatore immobiliare Larry Hall pare abbia costruito un agglomerato di condomini di sopravvivenza, sorti dalle ceneri dei bunker nucleari.

Un vero e proprio complesso di abitazioni mega lusso, con un livello di sicurezza estremo. Dotati di cinema, palestre, piscine e poligoni di tiro, che li rendono completamente autosufficienti. Sono infatti stati studiati a tavolino proprio per la sopravvivenza, senza sentire la necessità di dover uscire di casa. Al loro interno è possibile trovare impianti di acquacoltura, che permettono la coltivazione di frutta e verdura. Vi è stato creato anche un collegamento a cui si accede tramite due pozzi e da cui è possibile ricavare fino a 10mila litri di acqua potabile al giorno. E come dice mia nonna: “L’importante che ci sia la salute”.

Mamma di Angelina Jolie, Marcheline Bertrand: matrimonio, carriera, morte

Avatar

Written by Erika Barone

Collezione Miss Bikini 2020: tutte le novità del noto brand di costumi

Quarantena, allenamento e Louis Vuitton: i pesetti di lusso da circa 3000 €