Monica Vitti, gli outfit più belli ripercorsi nel giorno del suo 90esimo compleanno

Mai una caduta di stile per Monica Vitti, neanche quando dettagli eccentrici e stravaganti hanno punteggiato le sue mise en place

Icona imprescindibile dei registi italiani, attrice di talento e dal fascino impossibile da ripetere. Monica Vitti è indubbiamente anche una rappresentante di spicco della moda italiana, grazie al suo stile elegantissimo ma anche leggero e futurista. Più personale di così non si può. Oggi la vitti compie 90 anni, diamo uno sguardo ai suoi look più memorabili.

La personalità di Monica Vitti è stato il motivo per cui i più grandi registi italiani l’hanno amata dal primo momento, da Mario Monicelli a Michelangelo Antonioni. Sopraffina nell’arte della recitazione, naturalissima nell’indossare un proprio riconoscibile stile. Mai una caduta di stile, neanche quando dettagli eccentrici e stravaganti hanno punteggiato le sue mise en place. Una passione per le collanine romantic – hippie, ma anche per i futuristici occhiali a mascherina.

1969. Monica Vitti look animalier e occhiali a mascherina insieme a Claudia Cardinale.

Qualcosa da cui attingere assolutamente sono i suoi notevoli capispalla, sia da giorno che da sera. Pezzi chiave dalle linee essenziali, dall’inoppugnabile stile bon ton e delle silhouette squisitamente Mods.

Monica Vitti al Festival di Venezia nel 1964. (foto Getty)

Monica Vitti outfit più belli della sua vita nel giorno del suo compleanno

Un enorme gioco d’anticipo alla moda degli ultimi tempi, che ci ha volute con qualche dettaglio animalier. Come dimenticare Monica Vitti e i suoi cappottini animalier? Per poi passare anche per i mini-coat in bianco optical, ripresi se non altro nella collezione F / W 2021/2022 di Courreges). Indimenticabili anche i trench e i caban in vinile nero o rosso e i soprabiti doppiopetto in suede. Altro grande gioco d’anticipo al 2021, i blazer monopetto in velluto, amabilmente accostati alle camicie bianche di taglio maschile.

E le scarpe?! Stivali cuissardes sopra al ginocchio, scarpe Mary Jane flat o con il tacco, stivaletti ye-ye e stringate maschili. Pioniera del mix maschile e femminile. Protagonista talentuosa di film impegnati dalle atmosfere minimali, rivela a sorpresa anche uno spirito flower-power ma allo stesso tempo glam e raffinato, mai esageratamente hippie.

1967. A Cannes con uno slip dress in paillettes e mantella trasparente insieme a Michelangelo Antonioni. (Getty)

Che si traduce in una lunga serie di abiti e bluse in chiffon e tessuti fluidi a stampa floreale e multicolore. Monica Vitti ha camminato leggiadra sulla croisette di Cannes, al Lido di Venezia, solcato il palco di Canzonissima alle première dei film, e ovunque si trovasse il suo outfit era perfetto. Look da perfetta diva made in Italy ma dal sapore cosmopolita.

Monica Vitti sul palco di Canzonissima nel 1971.

Abiti sottoveste dallo scollo vertiginoso, tessuti in lurex e paillettes oppure impalpabili e velati, long-dress fantasia cesellati di ruches o corredati di mantelle in pendant. Monica Vitti, un nome una garanzia!

Federica Pellegrini si sposa! La proposta (romanticissima) del suo Matteo e l’anello (lussuosissimo) di Tiffany

Written by Erika Barone

I sei trucchi essenziali delle donne coreane sulla cura della pelle che noi non sappiamo

Gucci Love Parade: Alessandro Michele onora Hollywood come l’Olimpo americano