L’improvvisa scomparsa di Giorgio Gucci: colui che ha reso la prestigiosa Maison internazionale

Giorgio Gucci è morto a 92 anni nella sua amata Barcellona. Era il nipote di Guccio Gucci, il fondatore della storica Maison

Giorgio Gucci è morto all’età di 92 anni nella sua amata Barcellona. Era il nipote di Guccio Gucci, il fondatore della storica Maison. Colui che nel 1921 ha dato avvio ad una delle migliori avventure del fashion mondiale. Oggi il mondo del fashion industry non può fare a meno di piangere il suo spirito creativo e unico. Unito al suo incredibile talento imprenditoriale che ha reso Gucci una realtà internazionale. La triste notizia è arrivata proprio ieri sera. A comunicarlo è stata la famiglia stessa con una nota stampa, nella quale è stato commemorato come “uno dei fautori della memorabile espansione della casa di moda fiorentina, amato da tutti come un uomo integerrimo e dallo spirito creativo, sostenitore di una casata che ha portato il vessillo della moda e dello stile Italiano all’estero”.

La scomparsa improvvisa di Giorgio Gucci: grave lutto per tutto il mondo della moda

Giorgio Gucci nacque nel 1928, era il figlio di Aldo Gucci, il primogenito del fondatore della Maison Guccio Gucci, e di Olwen Price, l’ex cameriera personale di lady Francis Hop. Aveva due fratelli, Paolo e Roberto, e fin da giovanissimo lavorò al fianco del padre all’interno del mondo della moda. La sua ascesa non è stata facile. In prima istanza fu assunto dal padre tra i dipendenti del negozio romano Gucci di via Condotti. Come si suol dire “partire dal basso” ed iniziare una vera e propria gavetta, senza sconti. Nel momento in cui la casa di moda cominciò ad espandersi anche a livello internazionale, aprendo boutique in ogni parte del mondo (da Milano a New York) fino ad arrivare a Londra e Parigi, a Giorgio venne affidato finalmente il controllo delle strategie imprenditoriali della Maison. “Aveva una sensibilità verso l’effimero che riversava nel gusto artistico delle collezioni Gucci durante gli anni in cui era ai vertici dell’azienda”. Una figura senza ombra di dubbio brillante e di grandissime risorse.

Grande appassionato di cavalli, instancabile viaggiatore e talent scout di pittori

Giorgio Gucci fu un noto collezionista d’arte, la sua più grande passione. Un vero e proprio talent scout di pittori. Non solo: un grande appassionato di cavalli e di natura, di cui possedeva una scuderia nei pressi del Monte Argentario, a Grosseto. Dove si occupava dei suoi purosangue durante il periodo estivo. Nel corso di tutta la sua vita fu un instancabile viaggiatore, oltre che un esemplare padre di famiglia. Imprenditore talentuoso, sensibilità verso l’effimero e uno spiccato gusto artistico verso le collezioni moda Gucci. Originalità e talento rappresentano così il connubio perfetto. Inoltre è proprio grazie a lui che la storica Maison di origini toscane è diventata famosa a livello internazionale. Attirando così la curiosità e l’attenzione di star iconiche come Audrey Hepburn, Maria Callas e Jackie Kennedy.

 

 

Avatar

Written by valentinabissoli

Kylie Jenner, la foto esplosiva da 11 Milioni di like. Pazzesca!

Kylie Jenner, la foto esplosiva da 11 Milioni di like. Pazzesca!

Sandali che passione! I più costosi indossati dalle celebrità. Per tutti gli instancabili”shoes addicted”