Leonardo DiCaprio e altre star contro Facebook: sospendono l’account per protesta

Personaggi del cinema, della musica o della moda hanno deciso di congelare i propri profili social per 24 ore

Star del cinema, della musica o della moda, molto attive sui social, hanno deciso di congelare i propri profili social per 24 ore. Tutti uniti per la campagna di sensibilizzazione #StopHateforProfit, che chiede a Facebook di essere più responsabile sulla diffusione di discorsi di odio e disinformazione sulle sue altre piattaforme. Ad aver aderito alla protesta diverse stelle di Hollywood come Leonardo Di Caprio a Jennifer Lawrence, da Aston Kutcher ad Orlando Bloom e Katy Perry, fino a Kim Kardashian. Con una perdita in borsa per Facebook non indifferente.

Leonardo DiCaprio

Leonardo DiCaprio e altre star contro Facebook: sospendono l’account per protesta

La campagna #StopHateForProfit è nata da un collettivo, che comprende l’Anti-Defamation League, e dall’associazione per i diritti civili NAACP. L’obiettivo è di rendere i social media più responsabili: proprio per questo la richiesta agli iscritti di Instagram è di “congelare” per 24 ore il proprio account. La prima protesta, lo scorso luglio, è scoppiata quando Facebook si è rifiutato di chiudere la pagine di un gruppo di militanti che incitavano alla violenza, chiedendo agli americani di scendere in strada e fermare le rivolte in corso per l’aggressione dell’afroamericano Jacob Black da parte della polizia, nel Wisconsin. La società di Zuckerberg si era allora giustificata ammettendo di non essere riuscita a togliere il profilo del gruppo.

Kim Kardashian

Kim Kardashian: «La disinformazione condivisa sui social media ha un grave impatto sulle nostre elezioni e mina la nostra democrazia»

Continuano ad aggiungersi i personaggi famosi. Ogni minuto che passa, diventano di più. Anche Leonardo DiCaprio ha accettato di seguire l’esempio di Kim Kardashian, che per prima ha proposto di “congelare” i propri account Instagram e Facebook per l’intera giornata di mercoledì 16 settembre 2020. «Mi piace potermi collegare direttamente con voi attraverso Instagram e Facebook, ma non posso starmene seduta a guardare e rimanere in silenzio mentre queste piattaforme continuano a permettere la diffusione dell’odio, della propaganda e della disinformazione – create da gruppi per seminare divisione e dividere l’America – solo per prendere provvedimenti dopo che le persone sono state uccise. La disinformazione condivisa sui social media ha un grave impatto sulle nostre elezioni e mina la nostra democrazia», queste le parole della potente influencer Kim Kardashian. E non si è trovata da sola: al suo fianco, come dicevamo, il divo di Titanic. 

Leonardo DiCaprio: «Uso Instagram e Facebook, ma voglio che sia una forza positiva, non odio né violenza »

«Uso Instagram e Facebook, ma voglio che sia una forza positiva, non odio, violenza e disinformazione. Questa dovrebbe essere un’opportunità per Facebook di lavorare con queste organizzazioni e la comunità in generale per renderlo una piattaforma migliore e più sicura per tutti», ha scritto Leonardo DiCaprio. Tra i tanti che hanno scelto di non toccare i social per 24 ore pure Ashton Kutcher, Olivia Wilde, Jamie Foxx e Jennifer Lawrence. Leggi anche l’articolo —> Da Beyoncè a Leonardo DiCaprio: quest’anno le star preferiscono gli yacht

 

Avatar

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Maria Callas

Maria Callas curiosità, luci e ombre della più grande cantante lirica della storia