Il mercato auto Italia 2021 e la rivincita dell’usato

Purtroppo il 2021 non è un ottimo anno per il mercato delle auto. Secondo i dati resi pubblici dal Ministero dei Trasporti, nel 2021 c’è stato un calo del 35, 7% degli acquisti di auto nuove in Italia

Purtroppo il 2021 non è un ottimo anno per il mercato delle auto. Secondo i dati resi pubblici dal Ministero dei Trasporti, nel 2021 c’è stato un calo del 35, 7% degli acquisti di auto nuove in Italia rispetto all’anno antecedente al covid-19. In poche parole, e in termini più concreti, questo significa una perdita di oltre 50 mila registrazioni. Lo stesso, viceversa, non può dirsi per il mercato delle auto usate. 

Sempre più italiani, infatti, decidono di acquistare una macchina usata anziché nuova. I motivi sono piuttosto semplici, ormai le auto possono percorrere tantissimi km e, se trattate con cura, possono durare anche anni. Tutto questo significa, che con un pizzico di fortuna è possibile concludere degli ottimi affari senza particolari difficoltà. 

Tuttavia, per l’acquisto di auto usate è sempre consigliabile rifarsi a degli esperti del settore, piuttosto che rivolgersi a un privato. Ad esempio, con pochi e semplici click, su Autotorino, è possibile trovare la macchina usata perfetta per le proprie esigenze senza particolari difficoltà. 

Le alimentazioni preferite dagli italiani

Tra il 2019 ed il 2021 lo scenario del mercato auto è completamente mutato. Infatti, fino a qualche anno fa, le vetture con motore endotermico (ovvero con alimentazione a benzina e diesel) costituivano ancora la maggioranza dei veicoli a quattro ruote in circolazione, ad oggi non è più così. 

Infatti, nel 2021, le auto elettriche e ibride plug-in, hanno subito un incremento consistente. Nel mese di settembre, le immatricolazioni di macchine ibride, sia full che mild, hanno riscontrato un aumento del 223%, quelle elettriche del 575% e quelle plug-in del ben 597%. Invece, le immatricolazioni delle auto a benzina sono state il 58,3% in meno, quelle delle macchine diesel 61,3% in meno, a metano il 38,1% in meno (dati gazzetta.it). 

I motivi alla base di questo fenomeno sono molteplici, le auto ibride e quelle elettriche sono non solo eco compatibili, ma permettono anche di risparmiare una notevole quantità di denaro per il carburante, la manutenzione ecc. 

Incremento dell’usato

Come sopra anticipato, il 2020 è stato un anno segnato dalla crisi nel mercato auto, anche per quanto concerne l’usato. Il motivo è ovviamente noto a tutti, ovvero la crisi dovuta al lockdown che ha spinto gli Italiani a risparmiare su tutto, compreso le automobili. 

Nel 2021, però, si è verificata una ripresa nel mercato auto usate, in particolare nel primo semestre. Durante il periodo da gennaio all’estate, in particolare, si sono registrati più di due milioni di passaggi di proprietà netti, con una flessione del 2% circa rispetto allo stesso periodo del 2019. 

Ad influire in particolar modo sulla scelta degli italiani di rivolgersi al mercato auto usate, anche la cosiddetta “crisi del chip”, ovvero la carenza di microchip sul mercato, indispensabile per la produzione dei modelli più recente. Ciò ha creato diversi rallentamenti nella produzione dei veicoli e, di conseguenza, nelle consegne. 

Infine, occorre precisare che anche in questi mesi finali del 2021, il mercato delle auto usate sta continuando a crescere, il che è sicuramente una buona notizia, specie per chi è alla ricerca di una macchina di seconda mano. 

Written by claudiodibona

Skin Care maschile: cosa cambia da quella femminile e quali sono i prodotti da usare

Quanto costa il panettone di Iginio Massari: la risposta vi sorprenderà