“House of Gucci” porta all’azienda un boom di vendite, i pezzi vintage sono ricercatissimi

Incremento delle vendite di capi vintage firmati Gucci grazie all’uscita del film “House of Gucci”, la cura ai dettagli dei look indossati dagli attori ha scatenato l’interesse del pubblico

Boom di vendite dei pezzi vintage firmati Gucci. Il film “House of Gucci”, uscito il 16 dicembre nei cinema italiani, ha fatto chiacchierare un po’ tutti. Si è parlato di una Lady Gaga super protagonista, della fortissima intesa sul set tra quest’ultima e Adam Driver e tanto altro. Ma il film è stato, sopratutto, ampiamente commentato in maniera tutt’altro che positiva dalla diretta interessata famiglia Gucci

La famiglia Gucci accusa il film di aver sfigurato l’immagine dell’azienda e della famiglia stessa

Già ancor prima della fine delle riprese la famiglia si era scagliata contro il regista per non aver interpellato i veri protagonisti della vicenda. In particolar modo Patrizia Reggiani, additando regista e non solo, di non aver avuto la premura di incontrarla per ascoltare quella che era la sua versione dei fatti, o comunque di non aver voluto un contatto diretto con colei che nel film sarebbe stata protagonista assoluta della vicenda.

L’uscita del film spinge la famiglia ad un comunicato riportato da Repubblica in cui si legge: “La famiglia Gucci prende atto dell’uscita del film House of Gucci con sconcerto [..]. Il film veicola una narrazione tutt’altro che accurata […]. Ciò è estremamente penoso sotto un profilo umano e un insulto all’eredità su cui il marchio è costruito oggi. […] Quella di Gucci è una famiglia che vive onorando il lavoro dei suoi antenati, la cui memoria non merita di essere importunata per mettere in scena uno spettacolo non veritiero e che non rende giustizia ai suoi protagonisti. […]”

Ma l’uscita del film ha avuto tutt’altra conseguenza che quella di screditare l’azienda. E bene perché ciò che più ha colpito gli spettatori non sono state tanto le dinamiche e le falde familiari, seppur argomento su cui è incentrata la pellicola. Il film ha scatenato, in positivo, il web per ben altri particolari, ovvero il cast e i pezzi unici che sono stati indossati dagli attori stessi. Facendo esplodere un interesse non previsto e che non era obiettivo del film, verso gli articoli Gucci, in particolare verso i pezzi più vintage della Maison.

Il look vintage di Lady Gaga in “House of Gucci”, dalle acconciature al vestiario

Il boom di vendite

I look sfoggiati da Lady Gaga, accuratamente scelto dagli archivi insieme alla costumista, hanno smosso una vera e propria ricerca sul web di capi anni ’60, ’70 e ’80 firmati Gucci. Vediamo qualcuno dei pezzi vintage firmati Gucci tra i più ricercati e venduti.

Un pezzo del quale una collezione vintage che si rispetti non può fare a meno è la Gucci Bamboo Bag: un modello anni Ottanta tra i più celebrati e reinterpretati del marchio, la borsa è stata reinventata in molteplici versioni ed apprezzata addirittura da star internazionali. Ideale da portare a mano oppure a tracolla. Un modello intramontabile della collezione vintage Gucci.

borsa vintage Gucci

Un’accessorio che più ha attirato le spettatrice è l’utilizzo del foulard, più volte indossato dalla protagonista. Dal molteplice utilizzo, da portare al collo per impreziosire un outfit o da utilizzare come copricapo o fascia per darsi un tono di eleganza. Uno tra i tanti modelli ricercati è il Gucci flora vintage, anni ’70 disegnato da V.Accornero.

foulard gucci

Sempre rimandando sulla decorazione della linea Flora, un pezzo unico è la Giacca Blazer in cotone con la famosa ed emblematica stampa floreale Accornero. Con tasche frontali con logo in seta, spalle imbottite da vero pezzo retrò e maniche lunghe.

blazer vintage Gucci

La cintura è da sempre parte integrante dello stile Gucci. Da principio era una fibbia metallica con il tradizionale morso, poi si è evoluta nell’incrocio GG in metallo bronzato, arrivando oggi a barocche teste leonine con criniere lavorate.Per Gucci, la cintura non si porta solo sul pantalone, ma è un accessorio che modella l’abito adattandolo al corpo di chi lo indossa, sottolineandone il punto vita, i fianchi, creando volumetrie. Bellissima se abbinata su un look che gioca con le tonalità dei marroni.

Trench Vintage con chiusura doppiopetto, polsini regolabili e bottoni in metallo. Il trench è un caposaldo intramontabile del guardaroba classico, maschile e femminile, da quasi un secolo. Un pezzo iconico anche di Gucci da abbinare ad un foulard colorato od in tinta, come dimostrato da Lady Gaga sul set.

Written by chiaraprossimo

Quanto costa il panettone di Iginio Massari: la risposta vi sorprenderà

Versace 2021: i look più belli direttamente dai Red carpet