Giocare oltre confine: i casinò di frontiera

In questo articolo analizzeremo i casinò di frontiera, appunto, quelli che cioè si trovano molto vicini al confine con l’Italia e che, quindi, possono essere raggiunti con facilità in breve tempo.

Se si vive nel Nord Italia, oltre che nei casinò nostrani, si ha la possibilità di giocare anche in quelli dei Paesi confinanti che spesso cercano di attirare nuovi giocatori italiani offrendo interessanti extra. In questo articolo analizzeremo i casinò di frontiera, appunto, quelli che cioè si trovano molto vicini al confine con l’Italia e che, quindi, possono essere raggiunti con facilità in breve tempo.

Una serata in uno di questi casinò è un passatempo abituale per chi abita a pochi chilometri, ma non solo. A volte il potere attrattivo di alcune di queste sale da gioco coinvolge anche gli appassionati residenti nelle grandi città del Nord come Milano e Torino. Una visita al casinò è una delle attività che può essere inserita in un giro turistico della zona o, a seconda dei casi, può costituire anche l’unico fine del viaggio.

casinò di frontiera
Il casino di Saint-Moritz

Casinò in Ticino e nei Grigioni svizzeri

Nel territorio geografico svizzero non possiamo tralasciare di citare la piccola cittadina italiana di Campione che attualmente sta soffrendo le ricadute dovute dalla chiusura del casinò che ospitava.
I clienti, orfani delle sue sale da gioco, si rivolgono ora principalmente ai casinò del Ticino, il cantone italiano della Svizzera.
Poco più a nord di Como e Chiasso troviamo Mendrisio che, oltre alla sala da gioco ospita anche un famoso e frequentato centro commerciale.

L’altro casinò del Ticino si trova a Lugano ed è ugualmente apprezzato dai giocatori provenienti dalla nostra penisola.
Sempre in Svizzera, ma nel Canton Grigioni, di lingua tedesca e romanica, troviamo il Casino St.Moritz nell’omonima ricca cittadina. Anche in questo caso, trovandosi la località pochi chilometri oltre il confine con la Valchiavenna in provincia di Sondrio, la clientela italiana non manca.

casinò di frontiera
Il Casino Barrière La Croisette a Cannes

Giocare al casinò nella Costa Azzurra francese

A differenza dell’Italia, i casinò in Francia sono veramente tanti e non sono pochi quelli che si trovano vicino al confine con il nostro Paese.
Alcuni di questi casinò sono nell’area alpina appena oltre la Valle d’Aosta e il Piemonte, per esempio quelli di Brides les Bains, Briançon, Chamonix e Megève, mentre altri, i più famosi e frequentati anche dagli italiani sono in Costa Azzurra.

Il casinò più rinomato è quello di Monaco, ma essendo parte di un Paese autonomo ne parleremo in un paragrafo a parte. Oltre a quello non bisogna dimenticare i casinò di Mentone, i Casino Ruhl e Casino du Palais de la Méditerranée di Nizza, i tre casinò della città del cinema Cannes (il Palm Beach Casino, il Casino Barrière Les Princes e il Casino Barrière La Croisette), il casinò Joa La Siesta di Antibes e quello di Juan Les Pins.

Proseguendo nel viaggio, saltiamo la cittadina di Grasse che alcuni conosceranno perché fino a qualche tempo fa ospitava una sala da gioco che ora è chiusa. In alternativa si può visitare Mandelieu e il suo Royal Casino.

Lungo la costa, anche solo per fini turistici, non si possono non toccare Saint-Maxime e Saint-Raphaël che, comunque, vedono la presenza anche di un casinò a testa che, invece, non si trova nell’esclusiva Saint-Tropez.
Gli ultimi casinò tra cui poter scegliere per le nostre puntate lungo la costa sud francese sono quelli di Cavalaire e il Partouche di Hyères.
Buona parte delle sale da gioco transalpine sono di proprietà del gruppo Barrière, una minoranza, invece, fa capo al gruppo Partouche.

casinò di frontiera
Il casinò del Principato di Monaco

Il famoso casinò del principato di Monaco

Come accennato, lungo la Costa Azzurra, esiste anche la città-stato di Monte Carlo che ospita il famoso casinò, di proprietà della famiglia Grimaldi, dove sono stati girati innumerevoli film.
Le gite a Monte Carlo partendo dall’Italia per fare un giro lungo il famoso circuito cittadino di Formula 1 e per dare un’occhiata al casinò sono frequenti, soprattutto per coloro che abitano in Liguria e che, quindi, non devono coprire un’eccessiva distanza.

I casinò del Tirolo austriaco

In Austria le sale slot e i casinò di un certo interesse non mancano, tra questi non possiamo omettere di citare la sala WinWin di Landeck, principalmente dedicata alle slot machine e facilmente raggiungibile dall’Alto Adige, così come il casinò e il CCC di Innsbruck.
In alternativa, ci si può recare al WinWin di Mayrhofen o, se ci si dovesse trovare in Friuli Venezia Giulia, oltre a considerare l’opzione Slovenia di cui parleremo dopo, è possibile raggiungere il WinWin di Lienz molto vicino a Tarvisio e il Casino Velden di Villach.

casinò di frontiera
Il grand casinò di Portoroz, in Slovenia

Oltre il confine del Friuli Venezia Giulia, giocare in Slovenia

Il turismo degli italiani in Slovenia è spinto da molte ragioni, non ultima quella della passione per il gioco d’azzardo e gli operatori di oltre confine l’hanno capito subito adattando la loro offerta al pubblico friulano e non solo.
Le proposte sono pressoché infinite, i casinò presenti tra il confine e la capitale Lubiana sono veramente tanti e molti di essi hanno il servizio navetta o croupier che parlano italiano.
A Portoroz, splendida cittadina, ci sono addirittura quattro casinò, a Kranjska Gora due e in mezzo molti altri tra cui quelli di Lubiana, Capodistria e Nova Gorica l’alter ego sloveno di Gorizia dove i casinò sono quattro.

Avatar

Written by Andrea Principe

Abbronzatura dorata Estate 2020: come averla da paura anche sul balcone

John Peter Sloan è morto: comico e insegnante d’inglese più famoso in Italia