Festival del cinema di Berlino 2020: Elio Germano vince l’orso d’argento

La pellicola approderà nelle sale cinematografiche dal 4 Marzo, si prospetta un successo clamoroso

“Dedico questo premio a tutti gli storti, tutti gli sbagliati, gli emigrati, i fuori casta e ad Antonio Ligabue e alla grande lezione che ci ha dato, che è ancora con noi, che quello che facciamo in vita rimane. Lui diceva sempre: ‘Un giorno faranno un film su di me’, ed eccoci qui!” Elio Germano

Due gli Orsi d’argento vinti dall’Italia, quello per la miglior sceneggiatura assegnato a “Favolacce” di Damino e Fabio d’Innocenzo; e quello per il miglior attore andato ad Elio Germano che veste i panni del pittore Antonio Ligabue, nella pellicola “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti.

Attore

Non possiamo dimenticare la figura di Elio Germano nei panni di Giacomo Leopardi, tanto meno potremmo dimenticare l’interpretazione di Antonio Ligabue. Un artista folle, capace di dipingere e immaginare, leoni e giaguari, gorilla e tigri: animali mai visti dal vivo, ma ritratti grazie alla sua geniale immaginazione tra gli sterminati boschi di pioppi e sulle banchine del fiume Po. Affetto da gotta, rachitismo, psicolabilità e soggetto ad attacchi di furia talmente violenti da richiedere più volte nella sua vita il ricovero psichiatrico. Elio Germano ha saputo interpretare l’artista in maniera straordinaria tanto da guadagnarsi il premio come miglior attore al Festival di Berlino 2020.

Argento

«El Tudesc»

Elio Germano vince “per il suo straordinario lavoro nel catturare sia la follia esteriore che la vita interiore dell’artista Toni Ligabue” si aggiudica il premio come Miglior Attore della 70esima edizione della Berlinale. Quella di Ligabue è una favola in cui emerge la ricchezza della diversità e le sue opere si rivelano nel tempo un dono per l’intera collettività, ricordiamo che l’artista aveva l’urgente necessità di placare il suo animo sofferente attraverso la pittura, i colori utilizzati erano spesso acidi e aggressivi, riflettevano la sua difficoltà ad adattarsi alla società in cui viveva. “Volevo nascondermi” uscirà in tutte le sale cinematografiche a partire dal 4 marzo.

Avatar

Written by chiaradinunzio

Sessismo e moda: esistono ancora differenze di genere nel fashion world?

Asia Gianese

Fenomeno Instamodels: intervista ad Asia Gianese