Evoluzione del business online: ne parliamo con Andrea Preite

La nuova frontiera del lavoro è rappresentata dal business online: prendere atto di questa constatazione è il primo passo da compiere lungo la strada che conduce al successo. A spiegarlo è Andrea Preite, che ci ha aiutato ad analizzare lo scenario attuale.

Perché oggi conviene puntare sul business online?

Perché al giorno d’oggi creare un’impresa tradizionale e mantenerla in vita è un lavoro molto complesso, non solo per la fatica che comporta, ma anche per le difficoltà a cui si può andare incontro dal punto di vista economico. Molti meno sono, invece, gli ostacoli che si presentano davanti a chi vuol dedicarsi al business online: in primo luogo i costi sono decisamente ridotti, e in più le procedure di gestione risultano decisamente più agili. Non va dimenticato, inoltre, che le opportunità di espansione sono maggiori. Ecco perché ho deciso di impegnarmi in un’impresa in rete.

Qual è la situazione del mercato in questo ambito?

Secondo le previsioni, ogni anno il mercato online è destinato a crescere del 20%: è facile notare la differenza rispetto alla situazione di crisi che, invece, coinvolge le imprese tradizionali. Insomma, il business online conviene, anche se capisco che un concetto simile, essendo non tangibile, possa apparire astratto e non facile da intuire. Ovviamente non si tratta solo di aprire un sito e mettersi in attesa dei guadagni, nella speranza che i clienti e il lavoro arrivino da sé. Deve essere chiaro, poi, che fare business online vuol dire comunque impegnarsi e lavorare a tempo pieno.

Perché bisogna, secondo te, preferire questa strada?

Per tanti motivi: per esempio perché il business online garantisce una maggiore libertà di gestione e di azione. Inoltre, i costi da sostenere sono più bassi, e la platea di potenziali clienti è decisamente più ampia. Non ha senso, nel 2021, stare a sottolineare le opportunità offerte dalla Rete, visto che ormai la maggior parte delle persone su questo pianeta si affida a Internet, anche per i propri acquisti. Il punto di partenza da cui si deve iniziare è proprio questa rete di informazioni e conoscenze, al di là del tipo di impresa che si ha in mente di creare.

Come si possono sfruttare le potenzialità della rete?

Chi visita il mio sito, andreapreite.com, ha la possibilità di ricevere una consulenza sul blogging, utile per identificare gli sbocchi che possono caratterizzare il business in cui ci si vuol cimentare. La frontiera del domani consiste nella capacità di sfruttare la Rete: ma non ha senso aspettare, perché il futuro è già oggi. Internet permette di entrare in contatto con migliaia, o addirittura milioni di persone, ognuna delle quali è un potenziale cliente. Consente, inoltre, di far conoscere un servizio, un brand o anche solo una semplice idea a un prezzo contenuto rispetto ai costi che si dovrebbero sostenere se ci si affidasse a un canale di pubblicità standard. Ogni aspetto, infine, può essere gestito in autonomia, perfino da casa. Ogni business online trasforma il mondo intero in un mercato che deve essere sfruttato il più possibile.

Su quali servizi si può fare affidamento?

Esistono servizi di outsourcing che permettono, a un costo contenuto, di svolgere un lavoro perfetto: basti pensare ai sistemi automatizzati di e-mail con i quali messaggi di posta elettronica possono essere inoltrati al target che si desidera raggiungere. La mia è una società di servizi specializzati che aiuta qualunque attività a decollare, a fronte di un prezzo irrisorio. Ovviamente anche in Rete c’è bisogno di una strategia di mercato ben precisa, e per questo motivo occorre non solo stabilire degli obiettivi, ma anche sapere che cosa si può fare per raggiungerli.

Come si guadagna grazie a Internet?

Ci sono alcuni concetti chiave da cui non si può prescindere: i contatti, per esempio, ma anche l’interazione e la visibilità. Tutto quello che viene creato deve essere tenuto sotto controllo e sottoposto a un monitoraggio costante. Al tempo stesso c’è bisogno di un approccio professionale nei confronti dei nuovi clienti. È evidente che, dal punto di vista del metodo di lavoro, si ha a che fare con un mondo nuovo, fermo restando che il traguardo finale è quello classico, e cioè la produzione di un profitto. Non voglio affermare che sia semplice raggiungere il successo, perché non è così. Io, da parte mia, metto a disposizione la mia competenza e la mia esperienza per aiutare chi ne ha bisogno.

Sei presente sui social network?

Naturalmente sì: questo non vuol dire che trascorra la mia vita su Instagram o su Facebook, ma solo che sono consapevole della loro importanza e, soprattutto, della potenza che questi canali di comunicazione rivestono per chi vuole entrare in contatto con il maggior numero possibile di persone. Chi lo desidera può collegarsi con me su Twitter, su YouTube, su LinkedIn, su Instagram o su Facebook.

Written by Redazione

Elodie, lo shopping di lusso per le vie di Milano: quanto ha speso da Roger Vivier

Elodie, lo shopping di lusso per le vie di Milano: quanto ha speso da Roger Vivier

‘Lookismo’, il fenomeno è già tra noi: “Perché si è cattivi con i brutti?”