Dal live alla realtà virtuale: quando il casinò diventa una questione di lusso

Ci sono dei settori che, per forza di cose, si rivolgono ad una fetta di pubblico molto ridotta, per via della questione delle spese di accesso. Il casinò è nato come un settore votato al lusso, sin dai tempi di Montecarlo, ma si è sviluppato seguendo una strada “democratica”, fino a quando, con l’avvento del web, sono cadute molte delle barriere che impedivano alle persone normali di accedervi. 

In pratica, grazie ai casino virtuali, oggi tutti possono giocare a giochi come la roulette e il blackjack, senza per questo dover partire da budget alti, indossare il vestito buono e superare la soglia dei casino fisici. Eppure, anche le sale da gioco digitali pare che stiano riscoprendo il gusto del lusso, soprattutto alla luce delle ultime novità tecnologiche introdotte nel settore. Novità che meritano di essere approfondite.

Grazie al live, i casinò tornano al lusso 

È bene partire da una veloce panoramica su cosa sono e su come funzionano le piattaforme telematiche di gambling. L’utente può accedervi iscrivendosi ed effettuando un primo deposito, magari usufruendo dei vari bonus di benvenuto offerti dalle diverse piattaforme. Fatto ciò, può scegliere il gioco e dunque il software, iniziare a puntare e divertirsi.

C’è da sottolineare un fatto: le puntate minime richieste da questi giochi sono generalmente più basse rispetto a quelle dei casinò fisici. Ma la situazione cambia per via della modalità live, che dà la possibilità di giocare da casa, seguendo come si sviluppa il gioco dal vivo in un casinò vero, con dealers in carne ed ossa. Certo, anche in questo caso ci sono diversi tavoli che accettano puntate minime molto contenute, ma non sono gli unici presenti. 

Alcune piattaforme di casinò online, fra cui quelle recensite dal sito AskGamblers.com in modo approfondito, permettono oggi agli utenti di accedere ad una serie di tavoli VIP. In questi casi, chi desidera giocare a poker, a blackjack o alla roulette deve partire da puntate medie più alte, perché qui viene rispettato lo spirito originale dei casinò di lusso: si accede soltanto se ci si può permettere una spesa alta, e se si desidera godere di un’atmosfera d’élite e di un gioco ancora più competitivo, pur restando a casa propria.

Anche il look e le ambientazioni delle sale, che il giocatore può ammirare tramite le telecamere, sono perfettamente a tono: dunque sono elegantissime, e fanno sentire il player immerso in un contesto da vero VIP. 

Il futuro del casinò online sarà virtuale 

Al momento non è chiaro quale sarà il futuro dei casinò online, perché la modalità live per ora basta e avanza per soddisfare le esigenze di tutti i player. Sia di coloro che desiderano una soluzione accessibile per il portafoglio, sia per la fetta di pubblico che invece pretende un’opzione di vero lusso e dunque esclusiva.

Però va detto che i prossimi anni potrebbero riservare delle grandi sorprese, probabilmente gradite dai più appassionati di tecnologia. Si tratta della realtà virtuale, le cui prospettive fanno ben sperare per raggiungere un grado di realismo ancora maggiore. Anche qui si torna a parlare di categorie aperte ad un certo tipo di giocatori, più esigenti e disposti a dotarsi della tecnologia necessaria per questa nuova modalità. 

Anche le aziende dovrebbero, inoltre, effettuare investimenti cospicui per la creazione delle infrastrutture informatiche, necessarie a mettere in piedi un ambiente virtuale funzionante e perfetto in ogni dettaglio. Si parla di sviluppatori, di progetti costosi e della realizzazione di un hardware proprietario. In sintesi, ci vorrebbe un visore VR apposito per questo genere di piattaforme, che possa dunque consentire ai giocatori di sfruttare al massimo il potenziale delle suddette infrastrutture. Anche in questo caso si tratterà, molto probabilmente, di un servizio ancora più esclusivo e dedicato a chi pretende il massimo.

Occorre comunque ripetere che, al momento, si tratta solo di pure ipotesi sulle prospettive future. Alcune aziende stanno solo sperimentando alcune di queste soluzioni, ma è chiaro che servirà del tempo per avere un reale riscontro da parte degli utenti. Anche di coloro che amano il lusso, perché non è affatto detto che la soluzione del virtuale piaccia più della modalità live. In Italia, poi, si dovrà attendere più tempo, anche perché le nuove piattaforme richiederebbero dei controlli approfonditi, per una questione di sicurezza informatica e di rispetto delle leggi. 

Non resta dunque che aspettare, con la certezza che – grazie al live – la tecnologia sta restituendo ai casinò digitali una buona dose di quell’atmosfera speciale che posseggono da sempre.

 

Avatar

Written by Redazione

Bandiere Blu 2020: subentrano 12 Comuni in più rispetto all’anno scorso

Riapertura parrucchieri estetiste oggi: le regole base per noi e per loro