Abbronzatura dorata Estate 2020: come averla da paura anche sul balcone

Un NO deciso a bretelle intrecciate o maglie girocollo, invece decisamente SÍ ai top a fascia che sono senza spalline, ma che altro…

Se la nostra scelta, più o meno forzata, è quella di prendere il sole sul balcone, dobbiamo prendere determinati accorgimenti: postura, anelli&co e occhiali da sole. Crema solare strettamente necessaria, da spalmare abbondantemente anche su ascelle e piedi, checché se ne dica. Un’ottima idea tra le ottime idee è quella di rendere il balcone/terrazzo/giardino il più vivibile possibile. Ciò non vuol dire semplicemente comodo, ma anche bello. Ecco le regole d’oro per ottenere un’abbronzatura perfetta anche sul balcone.

Tempo di esposizione: cronometrati!

Bisogna necessariamente calcolare il tempo di esposizione, fare attenzione al posto in cui posizionare la propria postazione-tintarella. È vitale tenere monitorato il proprio corpo affinché non vi vengano proiettate zone d’ombra che andrebbero a minare il risultato finale dell’abbronzatura. In balcone poi si ha decisamente poco spazio per sbizzarrirsi orientando la sdraio in ogni possibile inclinazione. Di fondamentale importanza tenere d’occhio il timeng di esposizione per ottenere una tintarella senza sbavature. Sarebbe l’ideale ricordarsi di girarsi ogni 30 min circa per ottenere un perfetto colorito dorato e soprattutto omogeneo sia davanti che dietro.

Come (s)vestirsi?

Un’altra regola d’oro da tenere in considerazione per ottenere un’impeccabile abbronzatura da balcone è sicuramente l’abbigliamento. Può accadere di non sentirsi a proprio agio in costume, sia per una questione personale sia perché il nostro balcone da’ su una strada trafficata. Necessario dunque optare per indumenti che non lascino eccessivamente il segno. Un NO deciso a bretelle intrecciate o maglie girocollo, invece decisamente SÍ ai top a fascia che sono senza spalline. Braccialetti, anelli e collane sono da togliere assolutamente, potrebbero lasciare il segno e rovinarsi, non vale la pena tenerli addosso.

È risaputo che il modo migliore per raggiungere il traguardo di una perfetta abbronzatura, balcone, o no, è quello di prendersi cura della propria pelle nel modo migliore possibile. La protezione solare è di fondamentale importanza, sia per il tanto agognato colorito uniforme che per scongiurare condizioni ben più gravi di un’abbronzatura d’aragosta! Si consiglia dipplicarla circa ogni 30 minuti prima dell’esposizione al sole e di rispalmarla ogni 3 ore al max. Non dobbiamo certo scordarci dei capelli, il cuoio capelluto necessita di essere tenuto al sicuro dai raggi UV, utilizzare dunque un prodotto specifico.

Chiara Ferragni infradito: la sua nuova linea costa troppo e i fan si infuriano

Avatar

Written by Erika Barone

Chiara Ferragni infradito: la sua nuova linea costa troppo e i fan si infuriano

Giocare oltre confine: i casinò di frontiera