Woody Allen, libro ‘A proposito di niente’: «Sogno di riabbracciare mia figlia»

Le accuse di abuso mosse nei confronti di Woody Allen, a discapito della figlia adottiva Dylan Farrow, sono state sempre negate dal regista

Woody Allen: «Vorrei dare il benvenuto a Dylan Farrow a braccia aperte». Il regista afferma in un nuovo libro autobiografico che non veder crescere la figlia adottiva sia stata “una delle cose più tristi” della sua vita. Le accuse di abuso mosse nei confronti di Woody Allen, a discapito della figlia adottiva Dylan Farrow, sono state sempre negate dal regista, che da allora sogna di rincontrarla.

Woody Allen, libro 'A proposito di niente': «Sogno di riabbracciare mia figlia»

Nella sua autobiografia pubblicata recentemente, Apropos of Nothing, Woody Allen ha scritto che darebbe il benvenuto a Dylan a braccia aperte, se mai lo volesse raggiungere.

In estratti pubblicati sul New York Times, Allen scrive: «Una delle cose più tristi della mia vita era che fossi privato degli anni di crescita di Dylan e che potessi solo sognare di mostrarle Manhattan e le gioie di Parigi e Roma. Fino ad oggi sogno di poter dare il benvenuto a Dylan a braccia aperte se mai volesse raggiungermi come ha fatto Moses [altro figlio adottivo], ma finora è ancora solo un sogno». Nel 1992, Allen fu accusato di aver aggredito sessualmente la figlia adottiva Dylan Farrow, che allora aveva sette anni.

Woody Allen, libro 'A proposito di niente': «Sogno di riabbracciare mia figlia»
Ronan Farrow e Dylan Farrow
Woody Allen, libro 'A proposito di niente': «Sogno di riabbracciare mia figlia»
Moses Farrow

L’evento si dice sia avvenuto dopo essersi separato dalla sua compagna Mia Farrow. Woody Allen ha da sempre negato le accuse, che sono poi subito cadute dopo due indagini in merito. Dylan Farrow ha rinnovato le accuse nel 2014, godendo dell’appoggio del giornalista investigativo Ronan Farrow, altro figlio adottivo di Woody Allen e Mia Farrow. Mentre il fratello maggiore di Dylan, Moses, ha da sempre preso le parti del regista, esponendosi addirittura attraverso un lungo post, pubblicato nel 2018.

Woody Allen, libro 'A proposito di niente': «Sogno di riabbracciare mia figlia»

Woody Allen ha anche respinto la proposta di lavorare con Harvey Weinstein e, sempre all’interno del suo libro, ne scrive il motivo. «Non avrei mai permesso ad Harvey di sostenere o produrre un mio film. Non avremmo mai potuto lavorare insieme»Apropos of Nothing doveva originariamente essere pubblicata da Grand Central, una diramazione di Hachette. Il libro fu abbandonato dopo le proteste e le critiche di Ronan Farrow, quest’ultimo pubblicato anche da un’altra diramazione di Hachette, Little Brown. Apropos of Nothing è stato successivamente pubblicato da Arcade.

Coronavirus, Principe Carlo d’Inghilterra positivo: lui e Camilla fuggono in Scozia

Avatar

Written by Erika Barone

Coronavirus, Principe Carlo d’Inghilterra positivo: lui e Camilla fuggono in Scozia

Emily Ratajkowski Instagram: «Ho combattuto una grave depressione»

Emily Ratajkowski Instagram: «Ho combattuto una grave depressione»