Gioielli brillanti anche dopo anni di utilizzo? Scopri cosa fare per mantenere i tuoi gioielli in ottime condizioni

Orecchini lucenti, anelli scintillanti o collane appariscenti. Niente riesce ad esaltare meglio la bellezza di una donna dei gioielli. Ma nemmeno i metalli preziosi resistono all’usura del tempo. L’argento diventa nero col tempo, l’oro invece perde la sua lucentezza e le gemme cambiano colore. Ecco alcuni suggerimenti su come prendersi correttamente cura dei gioielli in modo che tornino a splendere come il giorno in cui li hai indossati per la prima volta.

Gli acerrimi nemici dei gioielli sono generalmente l’umidità e la luce diretta. Sia che tu abbia a casa una collezione di anelli d’oro o una tonnellata di bigiotteria, la base è sempre conservare tutto in un portagioie. Per organizzare in modo pratico i tuoi accessori scintillanti puoi usare anche vari supporti, grazie ai quali avrai i tuoi gioielli sempre sotto gli occhi: così ti faranno felice anche quando non li stai indossando. Tuttavia, posiziona sempre gli organizer nella parte più buia della stanza, dove i raggi del sole non li possono raggiungere. Stai ancora cercando un portagioie che si adatti alla tua intera collezione? Su FAVI.it troverai portagioie e supporti per gioielli in tutte le forme, colori e dimensioni.

Suggerimento: tieni un panno morbido nel portagioie e, quando riponi i gioielli al suo interno alla fine della giornata, puliscili subito delicatamente per rimuovere le tracce sudore o profumo.

Toglili per lo sport e la cucina

Acqua, sudore, sbalzi di temperatura e aria rovinano la bellezza dei gioielli. Anzi, si potrebbe dire che meno li indossi, più a lungo manterranno la loro lucentezza. Ma è sufficiente togliersi i gioielli prima di qualsiasi attività fisica impegnativa che ti fa sudare o durante la quale il gioiello è esposto a urti o umidità.

Proteggili da cosmetici e detergenti

Sostanze chimiche di tutti i generi accelerano notevolmente l’ossidazione della superficie metallica. Pertanto, indossa collane, bracciali od orecchini solo dopo aver applicato profumi, lacche per capelli e altri prodotti di bellezza che non siano naturali al 100%. E questo vale anche per i metalli più costosi, come l’oro a più carati. Più carati contiene il gioiello, più è morbido e quindi più è soggetto ai graffi. È quindi opportuno togliere i gioielli e pulirli regolarmente.

Tratta ancora con più cura le pietre preziose

Le pietre preziose non sono solo belle da vedere, ma sono anche fragili ed eccezionalmente sensibili agli sbalzi repentini di temperatura. Infatti, queste possono cambiare colore o addirittura scheggiarsi. Particolarmente delicati sono gli smeraldi, che sono più adatti solo ad un uso occasionale.

Come pulire bigiotteria, oro e argento?

Di tanto in tanto, bisogna dedicare ai gioielli le giuste premure come un bagno detergente completo in detersivo e acqua calda. Metti alcune gocce di detersivo in una bacinella di acqua tiepida e immergi i gioielli per due o tre minuti. Quindi utilizza uno spazzolino con setole morbide per pulire incisioni, pietre incastonate e varie pieghe sui gioielli. Infine, sciacqua i gioielli sotto l’acqua fredda e asciugali con un panno morbido. Se i tuoi gioielli sono davvero opachi, falli pulire in una gioielleria con uno speciale laser o ultrasuoni che rimuove tutte le tracce di sporco e i depositi. 

 

I gioielli devono anzi tutto renderti felice e abbellirti. Pertanto, indossa quelli più costosi solamente nelle occasioni speciali, tenendo in borsa un sacchetto di raso, in cui puoi conservarli se necessario. E non dimenticare che i gioielli dovrebbero essere l’ultima cosa che indossi prima di uscire di casa, ma anche la prima cosa che ti togli quando torni.

Written by Redazione

Consigli per preparare un viaggio in macchina

Heidi Klum, la foto fa 40 gradi all'ombra: "underboobs" e addominali tonici. Bella vera

Heidi Klum, la foto fa 40 gradi all’ombra: “underboobs” e addominali tonici. Bella vera