Gin, un alcolico da gustare anche in inverno. Idee e abbinamenti

Il gin viene spesso associato a spiagge assolate, abbinato con il limone e la tonica e sorseggiato per rinfrescare le serate estive. Se siete appassionati di questo distillato, dovete sapere che esistono numerose ricette invernali, e che è possibile gustarlo nel corso dell’intero anno, trovando sempre nuove combinazioni. Perché no, magari utilizzando per ogni ricetta un gin diverso. Pensiamo, ad esempio, ai 4 gin firmati Malfy, che si prestano a tantissimi cocktail, grazie al loro sapore perfettamente bilanciato. 

In questo articolo ci tufferemo nel mondo dei cocktail invernali a base di questo ingrediente, in modo che possiate deliziare i vostri ospiti con un brindisi originale.

Forest Sprite

Iniziamo con un cocktail dal gusto agrumato e contemporaneamente erbaceo, che gode della freschezza dell’acqua tonica ricordando note boschive. Si prepara con 45 ml di gin, 15 ml di succo di limone e 15 ml di sciroppo di aghi di pino.

Se volete aggiungere un tocco ulteriore, non fate mancare dell’acqua tonica di qualità e guarnite con aghi di pino e scorza di limone.

Apple chai G&T

Proseguiamo con una combinazione a base di tè di mela, che per odore e sapore riporta a climi e suggestioni orientali. Il gusto è avvolgente ma comunque fresco, grazie alla presenza di 45 ml di gin, dell’acqua tonica e di un garnish di anice stellato. Perfetto da servire durante le feste, si presta a deliziare anche i palati più esigenti ed esperti. Decorate il bicchiere con delle fettine di limone tagliate sottili e ritroverete il vero gusto del gin tonic anche in inverno.

Gin brûlé

Il Natale è alle porte e non sapete come stupire i vostri ospiti per l’aperitivo o un dopo cena elegante e raffinato? La soluzione si chiama Gin Brûlé e riporta a paesaggi nordici e festosi. La preparazione è pressoché identica a quella del vin brûlé, ma ovviamente il vino viene sostituito con il gin e il cocktail perde parte della sua acidità per guadagnare in termini di note aromatiche. 

Gli ingredienti sono numerosi, come il succo di mela, il succo di limone filtrato, lo sciroppo di zucchero e varie spezie, come la cannella, la noce moscata e un pizzico di anice stellato. 

La fase di riscaldamento è molto semplice: basterà unire tutti gli ingredienti in un pentolino e metterlo a fiamma moderata fino al primo bollore. Dopodichè basterà filtrare in un mug utilizzando un piccolo colino.

La magia del Natale è servita!

Gin Prunè

Se volete osare ancora di più, perché non sostituire il classico gin con la variante sloe? Questa contiene il prunè, un elemento dalle note acide ma profondamente agrumate. Ciò che si crea è un mix davvero esplosivo, che può essere assaporato durante un aperitivo organizzato nei freddi mesi invernali.

Anche in questo caso troviamo il succo di mela, ma la nota agrumata è invece data dall’arancia spremuta per ottenere il succo. Completano il drink un cucchiaio di marmellata di mirtilli, una stecca di cannella, l’immancabile anice stellato, noce moscata e chiodi di garofano. Sentirete un mix di sapori tale da non vedere l’ora di bere un altro sorso. Anche in questo caso per la fase di riscaldamento si utilizza un pentolino fin quando la marmellata non si è sciolta. A differenza della ricetta precedente, però, il gin non va riscaldato ma unito dopo aver filtrato tutto. 

Gin scaudé

Scaldare le preparazioni a base alcolica è tipico di regioni come il Piemonte. In questo caso il gin caldo viene unito a un’eccellenza della zona, il vermut rosso, per donare all’intera composizione un gusto più rotondo e dolce.

Per la fase di riscaldamento in questo caso tutti gli ingredienti vanno inseriti in un pentolino e messi a fiamma moderata per qualche minuto. Al primo bollore spegnere ed aggiungere la cannella, spezzando le stecche, e altre spezie a piacimento. Dopodiché filtrare in una mug con un colino e servire decorando il cocktail con una zest d’arancia. 

Gin tonic invernale

Chiamato semplicemente gin tonic invernale, questo cocktail si caratterizza per un tenue e raffinato colore aranciato, dato dal pompelmo rosa. Non possono mancare delle foglie di alloro verde, un bastoncino di cannella e del ribe che fa subito Natale. Servite il cocktail con qualche cubetto di ghiaccio e godetevi, anche durante la stagione più fredda, tutta la sua freschezza.

Cin cin e buon aperitivo a tutti!

Written by claudiodibona

Accessori infallibili da regalare agli amanti della moda questo Natale 2021

Il look vintage di Lady Gaga in “House of Gucci”, dalle acconciature al vestiario