Gianni Morandi al servizio dei più bisognosi: si è presentato alle Cucine Popolari di Bologna

In occasione del tradizionale pranzo di Natale, Gianni Morandi si è presentato alle Cucine Popolari di Bologna. «Siamo qui senza fare niente di eroico»

«Siamo qui senza fare niente di eroico, niente di speciale. Ci fa piacere stare qui, ci sentiamo meglio anche noi». Questo è quanto è stato dichiarato dal cantante campione di record e di vita, Gianni Morandi. Al servizio dei più bisognosi all’interno della sua amata Bologna. Gianni Morandi si è presentato alle Cucine Popolari di Bologna in occasione del tradizionale pranzo di Natale. 

Gianni Morandi: campione indiscusso di successi, musica e di vita. Al servizio dei più bisognosi

Il cantante italiano campione indiscusso di successi musicali, durante la giornata del 19 dicembre, si è presentato alle Cucine Popolari di Bologna per il tradizionale pranzo di Natale per i più bisognosi e per le persone sole, che quest’anno, considerate anche le restrizioni a causa della pandemia da Coronavirus che ha colpito il mondo intero, prevede la consegna di pasti caldi d’asporto. Gianni Morandi, con tanto  di mascherina e guanti bianchi, insieme ad Alessandro Bergonzoni e all’Arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi, si è messo subito a disposizione per la consegna dei pasti caldi alle persone meno fortunate. Un gesto speciale, soprattutto in un’annata così particolare e controversa come questa, caratterizzata dall’emergenza sanitaria (e conseguentemente sociale)Covid-19.

Un gesto speciale durante un’annata molto difficile e controversa

«Stiamo cercando di essere un po’ vicini a queste persone che sono veramente sole. Già è un Natale difficile, quest’anno ancora di più. Quindi ci fa piacere stare qui, ci sentiamo meglio anche noi». Queste le parole dichiarate dal noto artista italiano Gianni Morandi, che prosegue: «Sarà un Natale diverso dagli altri. Non possiamo ricongiungerci con tutta la famiglia. Però avremo altri momenti per stare insieme».

Gianni Morandi: «Secondo me dobbiamo pensare che la prima cosa da combattere è questo Covid»

«Secondo me dobbiamo pensare che la prima cosa da combattere è questo Covid. Secondo me Gesù bambino ci perdonerà per non essere come gli altri anni. Mi dispiace un po’ per tutti». Per il  benessere comune, in un periodo complicato come quello delle festività dove è altresì facile avere la tentazione di trasgredire le regole, bisogna restare uniti e nonostante tutto seguire il protocollo per il bene di tutti, nessuno escluso. Una delle cose più importanti e che non dobbiamo dimenticarci, soprattutto in vista del Natale. Gianni Morandi, così come tutti gli italiani, passerà le festività natalizie insieme al suo nucleo famigliare più vicino, nel pieno rispetto delle norme previste dall’ultimo Dcpm varato dal governo.

Written by valentinabissoli

Il turismo riparte dalle Maldive: festeggiano oltre 4.500 turisti in un solo giorno

Taylor Mega rivela quanto guadagna per ogni post su Instagram. La cifra folle