Alimenti utili e semplici regole per aiutare a combattere l’insonnia

chiaraprossimo
24/03/2022

Il sonno è la parte più importante della giornata, impossibile da affrontare senza alle spalle un buon riposo. Ecco perché l'insonnia è così pericolosa. Ma non c'è da allarmarsi, ci sono semplici regole ed alimenti utili che potrebbe aiutarti a sconfiggerla.

Alimenti utili e semplici regole per aiutare a combattere l’insonnia

Come combattere l’insonnia. L’insonnia è un fenomeno, purtroppo, in continua crescita. Quando si parla di insonnia, si parlati una questione molto seria, perché le conseguenze non sono affatto positive sulla quotidianità di un individuo. Il sonno è una delle parti più importanti della giornata, non a caso vi è una festa dedicata, la Giornata mondiale del sonno, volta a sensibilizzare e a sottolinearel’importanza del riposo notturno. Ma senza incorrere in medicinali, per affrontare questo disturbo, vi sono anche alcune semplici ma fondamentali regole e sopratutto degli alimenti utili a combatterlo. Vediamoli insieme.

come combattere l'insonnia, alimenti utili

Quali sono le conseguenze dell’insonnia?

La parola deriva dal latino “insomnia” che letteralmente significa “mancanza di sogni”. Ma in realtà il disturbo non riguarda solo chi effettivamente non dorme, ma anche chi dalle ore notturne non ricava un effettivo riposo. Riposo che è necessario e fondamentale per avere la giusta carica durante tutto l’arco della giornata.

come combattere l'insonnia, gli alimenti utili

Se l’insonnia dura a lungo nel tempo le conseguenze possono iniziare a farsi sentire. Non dormire può infatti dare vita a problemi  sociali e professionali, poca concentrazione, alta probabilità di adirarsi ed ansia. Tutti fattori che potrebbero poi sfociare in depressione. Ma le cure ora come ora sono tante e ci sono diverse terapie, ma non solo. Ci sono alimenti utili per contrastare il disturbo notturno e alcune regole da seguire per iniziare a riposare come si merita. Vediamo quindi insieme come combattere l’insonnia.

Scopri qual’è il tuo cronotipo e perché è così importante prenderne consapevolezza

Gli alimenti utili per dormire meglio

  1. Albicocche: l’albicocca è il frutto per eccellenza ritenuto utile per calmare. Amica preziosa per l’insonnia grazie all’alto contenuto di magnesio e potassio. Ma perché? Magnesio e potassio contribuiscono a ridurre l’ansia ed il nervoso, ma non solo. L’abbondanza di acqua del frutto mantiene il corpo idratato a lungo e previene il caldo, stimolando un sonno ideale.
  2. Banane: le banane solo una vera e propria esplosione di vitamine e minerali importantissimi. Magnesio, potassio, triptofano e vitamina B6. Le banane aiutano così il rilassamento muscolare e ancora più importante stimolano la serotonina, ovvero “l’ormone della felicità”. L’ormone aiuta a favorire l’equilibrio mentale e mette di buonumore, una combo ideali per combattere l’insonnia.
  3. Avena: ottima per fare il porridge, si, ma non solo. L’avena è una fonte naturale di melatonina, l’ormone regolatore del ciclo sonno-veglia, ed in più e è ricca di calcio e magnesio, ideali per il rilassamento.
  4. Lattuga: importantissima d’estate. Infatti è ricchissima d’acqua, aiutando così a mantenere a lungo l’equilibrio idrico e protegge dall’afa, l’elemento che in calda stagione è causa principale della difficoltà a dormire. La lattuga inoltre contiene il “lactarium”, che è in sostanza una materia lattiginosa con effetti sedativi e rilassanti.
  5. Noci e mandorle: che fanno sempre bene, ma per il sonno sono indispensabili. Le mandorle sono ricche di magnesio, che contribuisce al normale metabolismo energetico e che rilassa la muscolatura aiutando il riposo. Quanto riguarda le noci, è stato dimostrato scientificamente che mangiarle fa aumentare il livello di melatonina nel corpo.
  6. Riso: aiuta a dormire meglio e combattere l’insonnia. Il riso infatti contiene un alto tasso glicemico, che aiuta ad aumentare il livello di triptofano: la proteina che stimola serotonina, e quindi portatrice di benessere.

Fondamentale: niente riposino pomeridiano

Se c’è una regola fondamentale, indispensabile da seguire, è quella di non fare assolutamente il riposino pomeridiano se sei una persona che la notte fa fatica a dormire. Quello in cui si entra è un circolo vizioso: non si dorme la notte, quindi si è stanchi di giorno e si crolla nel pisolino pomeridiano. E’ difficile rompere questa routine, ma per ristabilizzare il ciclo del sonno è indispensabile.

Chi fa fatica a dormire la notte, è bene che durante il giorno si stanchi il più possibile. Insomma sport, passeggiate, shopping con le amiche; tutto è concesso ma non riposarsi. Solo questo può portarti a crollare in un sonno profondo la notte, al contrario risulterai più attiva e meno spossata se durante il pomeriggio avrai dormito anche solo un paio di ore. Vediamo altre semplici, ma fondamentali regole da seguire per combattere l’insonnia e stimolare il sonno.

Regola generali da seguire

  1. Mai praticare attività fisica prima di dormire, è sempre bene allenarsi e compiere sforzi durante la prima parte della giornata.
  2. Buona abitudine per chi fatica a dormire sarebbe quella di eliminare in serata caffè, alcool e nicotina, ed evitare cibi troppo pesanti.
  3. Scacciare via i brutti pensieri. Se c’è qualcosa che ti tormenta, è ben pensarci si, ma non a ridosso del riposo notturno.
  4. E’ importantissimo, andare a dormire solo quando ci si accorge di essere veramente assonnati e si fa ormai fatica a tenere gli occhi aperti. E’ inutile mettersi a letto senza avere realmente sonno, rischiando di iniziare ad impiegare il tempo ed in questo modo dunque di riattivarsi.
  5. Buona abitudine è praticare tecniche di rilassamento, oppure yoga. Insomma, entrare nell’ottica di un atteggiamento positivo.