Champagne e pranzo di Pasqua, i migliori abbinamenti

Pranzo pasquale in solitaria o in famiglia? Ecco alcune idee

Sta arrivando ufficialmente la settimana di Pasqua, è tempo dunque di trovare i giusti vini e champagne per rendere questa ricorrenza davvero appropriata, partendo dalla tavola. Che si tratti del brunch di un single o una universitaria rimasti lontani per la quarantena o della classica abbuffata della famiglia non temere: persino la gelatina di menta ha un abbinamento vinoso! Nessun piatto, sia povero e semplice che ricco ed elaborato avrà il suo complice con bollicine perfetto. 

Dai prosciutti a spirale acchittati nel vassoio dell’antipasto, fino all’anatra all’arancia e tutto il resto, la dolcezza è la difficoltà perenne quando si abbinano i vini con i tradizionali menu pasquali. Con gli antipasti, l’acido e il fruttato nel vino diventano i fattori chiave per una buona riuscita. Un Pinot Bianco come il Maison Trimbach di Millèsima è l’esempio perfetto per un accompagnamento degno del miglior preludio al piatto forte.  

Prima di approfondire i dettagli del menu, poniti questa domanda critica: quanta alcol è appropriato per la tua celebrazione di Pasqua? Il contenuto alcolico viene spesso ignorato inconsapevolmente quando si tratta di abbinamenti tra cibo e vino. Di seguito, una guida alle bottiglie di Champagne ideali, a diverse gradazioni alcoliche, per i menu tradizionali e ogni tipo di pietanza di Pasqua quest’anno.

Come abbinare il piatto forte: tutte le opzioni di accompagnamento all’agnello

Animale intero, coscia o costolette di agnello e i suoi accompagnamenti classici come le patate arrosto, spesso speziati richiedono un vino che è sfumato e ha toni terrosi sufficienti per mescolarsi con la carne saporita ma delicata dell’animale. Morbidi rossi di medio corpo e bianchi creano combinazioni fantastiche.

I rossi del Sud Italia – come il Versace Nero d’Avola 2016 Feudi del Pisciotto o il Taurasi Radici Mastroberardino 1998 invecchiato – e i Merlot di Bordeaux Rosè Chevalieur 2014, sono abbinamenti naturali per tagli di agnello arrostiti, grazie a tannini medi che non sopraffanno la carne e i suoi lati tradizionali. Per uno stile più leggero, i rossi piemontesi come il Barbera d’Alba 2013 Antinori – Prunotto funzionano magnificamente poiché combinano acido rinfrescante con tannini delicati e un pizzico di funk terroso.

Nell’accampamento bianco, i vini corposi con sapori ricchi e ricchi di noci completano i co-protagonisti del piatto forte come le patate arrosto al rosmarino o i restanti companatici. Viogniers Saint Fleur 2018 di Triennes profumati di fiori provenienti dalla valle del Rodano o dalla Rioja bianca sono opzioni eccellenti. Anche gli champagne rosè a contatto con il palato e il gusto del contorno sono un’ottima opzione poiché contribuiscono con tannini simili ai vini rossi, ma con i sapori fruttati dei bianchi.

Nell’accampamento bianco, i vini corposi con sapori ricchi e ricchi di noci completano i co-protagonisti del piatto forte come le patate arrosto al rosmarino o i restanti companatici. Viogniers Saint Fleur 2018 di Triennes profumati di fiori provenienti dalla valle del Rodano o dalla Rioja bianca sono opzioni eccellenti. Anche gli champagne rosè a contatto con il palato e il gusto del contorno sono un’ottima opzione poiché contribuiscono con tannini simili ai vini rossi, ma con i sapori fruttati dei bianchi.

 

Se hai deciso di rinunciare alle tradizioni pasquali in favore di Netflix e pop corn, o sei semplicemente svuotato dalla lettura dei consigli di abbinamento pasquale ovunque, non temere. Compra una bottiglia di spumante – Champagne, Cava o Prosecco – e sei coperto. Del resto le tradizioni ognuno le commemora a modo proprio, l’importante è scegliere il giusto alleato con le bollicine. 

Avatar

Written by Redazione

Sergio Rossi morto per Coronavirus. la dipartita di un mito del Made in Italy

Sergio Rossi morto per Coronavirus. la dipartita di un mito del Made in Italy

Cristiano Ronaldo Instagram: quarantena, senso civico e addominali

Cristiano Ronaldo Instagram: quarantena, senso civico e addominali