Case di lusso. L’ile d’Anges, alle Bahamas il design sposa la natura incontaminata

La casa principale è caratterizzata da uno stile architettonico luminoso e pulito che completa la grandezza tropicale dei dintorni

Ci sono 365 isole nella regione di Exuma alle Bahamas, come se Dio ne avesse creata una per ogni giorno dell’anno. E il posto in sé è certamente super paradisiaco, ottimo per le case di lusso. Acque turchesi assolutamente incontaminate che brillano sotto il cielo azzurro, mentre piccole strisce di verde, orlate da lembi si sabbia costeggiati da palme, e acque morbide che sciabordano, punteggiano l’orizzonte. Vi presentiamo L’ile d’Anges.

Case di lusso. L'ile d'Anges, alle Bahamas il design sposa la natura incontaminata

Case di lusso. L'ile d'Anges, alle Bahamas il design sposa la natura incontaminata

Questo è un rifugio super lusso, lo abbiamo capito, un paradiso privato che non è mai stato così attraente.

Case di lusso. L'ile d'Anges, alle Bahamas il design sposa la natura incontaminata

L’ile d’Anges (conosciuta localmente come Goat Cay) è solo uno di questi piccoli isolotti unici: 8 ettari squisitamente paesaggistici con circa 1,3 miglia di fronte d’acqua. Nel centro dell’isola, inserita tra due bellissime spiagge di sabbia bianca, si trova la residenza principale. Una villa orgogliosa ma sobria in una posizione elevata sopra l’oceano. Inoltre, è una vera rarità nella regione. Come spiega Edward de Morgan Mallet di Knight Frank: “Ci sono pochissime isole private in vendita alle Bahamas che possono mostrare alloggi e design di così alta qualità e su un’isola così naturalmente bella”.

La stessa casa principale è caratterizzata da uno stile architettonico luminoso e pulito che completa la grandezza tropicale dei dintorni. C’è una certa aria mediterranea nelle pareti imbiancate a calce della torre di osservazione e nel fresco cortile interno, mentre le sistemazioni veramente a pianta aperta fondono perfettamente il mondo interno ed esterno.

Case di lusso, L’ile d’Anges è pazzesca

4 camere da letto
5 bagni
1 sala ricevimenti
8,00 ettari
Annessi
Family / Media room
Giardino
Sbarcare
Piscina
terrazza
Parcheggio privato
Pontile privato
Sistemazione del personale

Hotel nello spazio. Si chiama Voyager Station e aprirà nel 2027: tra cibo spaziale e basket senza gravità

Written by Erika Barone

Hotel nello spazio. Si chiama Voyager Station e aprirà nel 2027: tra cibo spaziale e basket senza gravità

Alessandro Borghese positivo al Coronavirus: “sono tutto acciaccato”. «Mi sento fortunato, posso curarmi a casa mia»