x

x

Vai al contenuto

Il design e il diritto d’autore, il manifesto

Be Original by Elle Decor

Elle Decor ha presentato il progetto “Be Original” iniziativa che da un anno tiene la rivista impegnata a sostenere la causa della tutela del design in Italia attraverso la promozione del diritto d’autore.

Questa mattina, 4 luglio, in occasione di una conferenza stampa a Palazzo Reale di Milano sono stati ufficializzati i 15 punti del Manifesto a tutela della creatività e dell’innovazione.

L’obiettivo di questa proposta è quello, infatti, di fornire un punto di partenza per fare sistema e comunicare in modo integrato il problema della contraffazione nel mondo del design.

“Il progetto BE ORIGINAL nasce con l’obiettivo di sostenere il diritto d’autore nel mondo del design, divulgando e migliorando la tutela del design originale – spiega Livia Peraldo Matton direttore del magazine. – Il fenomeno della contraffazione, infatti, nonostante la normativa comunitaria che tutela le opere di design mediante copyright, è in continuo aumento: addirittura il 10% del Pil mondiale è originato da prodotti falsi o copiati. Nel nostro Paese nel 2011 sono stati segnalati oltre 11.000 autori di reati di contraffazione e sequestrati quasi 80 milioni di pezzi non originali, tra i quali 9 su 10 venduti via Internet, dovuto a un sostanziale anonimato dell’offerta”.

Ad animare il dibattito del convegno Be Original, oltre naturalmente a Livia Peraldo, ci hanno pensato personalità come Giacomo Moletto, Amministratore Delegato di Hearst Magazines Italia, Cristina Tajani, Assessore del Comune di Milano alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca, Claudio Luti, Presidente di Kartell e Presidente di Cosmit, l’architetto Roberto Palomba e l’architetto Luisa Bocchietto, Presidente dell’ADI – Associazione Nazionale per il Disegno Industriale e il fotografo Giovanni Gastel.

Al centro della discussione il problema della contraffazione e le ripercussioni significative sulla società, sull’economia, sull’occupazione e sui consumi di tale tema e la presentazione del Manifesto redatto con 15 proposte concrete, nate da tre tavole rotonde che si sono svolte nei mesi scorsi a Milano.

Ecco il Manifesto Be Original:
1 Tutti i prodotti copia realizzati in Italia dopo il 2006 devono essere perseguibili come contraffazioni.
2 Una più efficace tutela civile e penale dei diritti di proprietà industriale e intellettuale in Europa e nel mondo digitale.
3 Un sistema di uffici istituzionali nel mondo per accompagnare e difendere le aziende nella distribuzione all’estero e nelle eventuali cause di contraffazione.
4 Una nuova piattaforma per il design sostenuta da istituzioni e industria.
5 Un regolamento unico di protezione della proprietà industriale, concorrenza e diritti d’autore nelle fiere.
6 La divulgazione di strumenti a tutela della creatività di giovani designer e di micro e piccole-medie imprese.
7 La formazione degli studenti di design e dei manager della comunicazione: a scuola di originali.
8 Un nuovo concetto di sostenibilità: etica ed economica.
9 Un codice di prodotto che ne testimoni l’originalità e offra la possibilità per l’acquirente di una verifica online.
10 Un’immagine originale per prodotti originali.
11 Un sito internazionale divulgativo e di servizio per accedere a tutte le informazioni su prodotti di design originale.
12 Un media internazionale per comunicare un valore universale.
13 Mostre e percorsi espositivi per far conoscere gli originali, contribuendo ad arricchire il background culturale dei consumatori.
14 Il coinvolgimento diretto dei consumatori con eventi nei punti vendita di design originale.
15 L’impegno di Elle Decor Italia di farsi portavoce dei 5 temi emersi dal sondaggio nazionale lanciato sul web.