Quando Zegna incontra Ducati

L’incontro di Z Zegna con il design Ducati per un profumo esclusivo

Un profumo esclusivo esige un flacone alla sua altezza: da qui l’incontro di Z Zegna con il design Ducati, per un oggetto davvero unico o un regalo prezioso.

Dedicata all’uomo sempre in movimento, un moderno esteta appassionato di libertà e performance, avido di sensazioni è la linea Z Zegna da cui è nato l’omonimo profumo: l’ultima fragranza intensamente maschile di Ermenegildo Zegna.

La fragranza oggi crea l’evento con una prestigiosa edizione limitata: Z Zegna design by Ducati. Per la prima volta, due delle più grandi firme italiane, che condividono i medesimi valori di audacia ed esigenza, si uniscono per creare un oggetto fuori dal comune. Per la prima volta, un profumo affida il suo flacone all’ispirazione e al savoir-faire di un costruttore leggendario: il marchio Ducati, celebrato fin dal 1926 per le performances e l’estetica incomparabili delle sue moto.

Dallo stile inconfondibilmente high-tech, creativo e maschile, il flacone Z Zegna creato da Ducati s’impone alla vista e al tatto con la sua linea incredibilmente sofisticata. Cinte di nero brillante, levigate e definite al tatto, le sue forme pure, vestite di una laccatura nera opaca, disegnano la linea di una macchina potente e raffinata. Autentica sfida tecnologica, una “racing stripe” tagliata al laser riecheggia il design leggendario della S4R di Ducati, e lascia intravedere in trasparenza, come un indicatore, la firma dell’azienda e il livello di riempimento del flacone. Infine, sotto il tappo nero brillante, lo schizzo visivo e tattile di una V evoca sottilmente la velocità e la vitalità.

Un flacone “highly engineered”, tra moda, design e competizione moderna per la fragranza di Z Zegna grintosa e conquistatrice, a immagine dell’uomo Z Zegna e dell’universo high-tech di Ducati. In testa, una freschezza vivace, frizzante, decisamente maschile. Alla fragranza intensamente mediterranea del bergamotto di Sicilia si uniscono il selvatico rosmarino e la nota verde dell’enigmatico frutto di casoar, originario della Nuova Guinea. Il cuore della fragranza, dal tocco fiorito di un iris soave e poudrè, ci immerge nell’universo delle spezie: noce moscata e pepe bianco, precedentemente immerso in un’acqua alcalina. Infine, ci arrendiamo languidamente alla nobile dolcezza del legno di Cachemire, all’aspro patchouli e al sensuale muschio di quercia, dalle note calde e terrestri.

www.zegna.com

Written by Redazione

Nettare sublime: il Barolo Damilano

Lo yacht sottomarino, per i turisti dei fondali