Zenith, 150 anni di successi

Dal 1865 orologi di lussoSiamo nel 1865 a Le Locle, piccola località nelle montagne di Neuchâtel, in Svizzera.

Il 22enne Georges Favre-Jacot crea il proprio atelier di orologeria con l’obiettivo di realizzare l’intero processo di fabbricazione degli orologi.

In quel periodo, infatti, i componenti dei movimenti venivano fabbricati da artigiani isolati e lontani gli uni dagli altri.

Ma acot inventa così un concept dall’importanza epocale: riunire sotto lo stesso tetto tutti i talenti della regione per integrare fonderia, laminazione, stampaggio, fabbricazione di casse e di quadranti.

Parallelamente, poi, introduce l’intercambiabilità dei componenti a prescindere dal movimento.

Nasce così Zenith, una delle prime manifatture orologiere industriali nel senso moderno del termine.

Quindi, non è difficile immaginare perchè il 2015 sia un anno importante per il marchio stellato: Zenith celebra 150 anni.

Un’occasione per passare in rassegna la propria storia, le rivoluzioni create e le imprese che ha accompagnato, ma sempre guardando al futuro.

Gli anni a seguire saranno caratterizzati dalla “volontà, da un lato, di focalizzare il marchio sul proprio savoir-faire e, dall’altro, di vivere al passo con i tempi creando orologi sempre audaci e contemporanei”, fanno sapere della maison.

Georges Favre-Jacot

La Manifattura
1865: Georges Favre-Jacot rivoluziona l’orologeria riunendo tutti i mestieri sotto lo stesso tetto.
1900: la Manifattura vince la medaglia d’oro all’Esposizione Universale di Parigi.
1911: la Manifattura adotta definitivamente il nome Zenith, simbolo d’eccellenza per il marchio stellato.
1925: Zenith è soprannominata “la Manifattura dalle 2.000 mani d’oro e d’argento”.
1910-1960: Zenith progetta strumenti di bordo per aeroplani, automobili, camion e treni.
1948: lancio del leggendario Calibro 135 dotato di piccoli secondi, che si aggiudicherà 235 premi.
1960: lancio del calibro 5011-O, record di precisione di categoria, che alimenterà cronometri marini.
1969: Zenith crea El Primero, primo cronografo automatico integrato, ancora oggi il più preciso al mondo.
1975: inizia la fase del quarzo. Il maestro orologiaio Charles Vermot decide di nascondere gli strumenti necessari alla fabbricazione dei movimenti automatici, salvando così dalla distruzione il calibro El Primero.
1984: tornano di moda gli orologi meccanici. Charles Vermot restituisce i loro strumenti di fabbricazione.
1994: lancio del calibro automatico ultrapiatto Elite, eletto movimento dell’anno.
2000: Zenith si unisce al gruppo mondiale del lusso LVMH.
2003: Zenith crea il concept Open, un’apertura sul quadrante che consente di ammirare lo scappamento del calibro El Primero.
2009: il calibro El Primero celebra il suo 40° anniversario e Le Locle viene iscritta nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
2010: nasce il cronografo El Primero Striking 10th , con la lancetta dei decimi di secondo.
2011: Il modello Academy Cristophe Colomb Equation du Temps ottiene il Premio per il migliore orologio con complicazioni al Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra (GPHG).
2012: Il Pilot Big Date Special si aggiudica il premio “Petite Aiguille” al GPHG. Ristrutturazione dell’edificio principale della Manifattura.
2014: la Manifattura diventa cronometrista ufficiale del Tour Auto Optic 2000.
2015: Zenith celebra il suo 150° anniversario.

Avatar

Written by Monica

AltaRoma luglio 2015 e Coin Excelsior

Kia Picanto e MyBeautyBox