Z Zegna sfila a New York

Rivisitazione moderna della tradizione che fa eleganza

Zegna riparte dalle origini con una sfilata al Cunard Building, proprio dove il padre fondatore, Ermenegildo, alla fine degli anni ’30, iniziò il commercio internazionale delle pregiate lane italiane.

Crescita economica, sartoria su misura e ritorno degli abiti formali: Zegna riporta il concetto di moda al punto di partenza.
Z Zegna fa rivivere il design neo moderno, focalizzandosi sulla prospettiva lineare della forma.
Le linee sono armoniose, i tessuti di lusso e i capi sono testimoni della lavorazione artigianale italiana.

La collezione gioca costantemente con i contrasti. Tutto è rimesso in discussione dalle forme alle proporzioni, fondendo la sartoria di moda e l’abbigliamento sportivo Couture.

La stagione invernale 2007/2008 sarà caratterizzata da modelli double face caratterizzati da linee reinventate che spostano le convenzioni con forme oversize contrastanti e tagli più attillati.
Fantasiose flanelle, lana e cachemere, il tutto pur rimanendo in sintonia con la tradizione Zegna che non rinuncia all’ispirazione contemporanea.

Le giacche assumono una forma più corta e incisiva, con modelli a doppio petto, cintura in vita e tasche applicate, a sottili quadri Principe di Galles e spavaldi modelli micro.
I pantaloni sono a vita alta e vari volumi, oppure plissettati e a vita bassa.
I soprabiti sono a trapezio, con dettagli di cuciture laminate o cerati e lucidati, per un look metropolitano.
Le camicie rivivono il passato, evidenziando una linea del collo nitida o a pigiama.

Le proposte Zegna si dividono tra il nuovo concetto di eleganza urbana della linea sport-couture e i capi da sera new age che aggiornano le tradizioni e il formalismo dell’abito con dettagli a dir poco sorprendeti.
L’uomo Z Zegna non vuole rinunciare a nulla, tanto meno all’accessorio.
Borse a tracolla, stivaletti alla caviglia, scialli in pelo di volpe tinto a mano e molto altro. Il vero lusso dedicato all’uomo è il dettaglio molto più che originale che lo accompagni in un viaggio alla ricerca di inattese avventure.

Avatar

Written by Redazione

In Uganda con i gorilla

L’Ottavo Peccato passa a Squalo Bianco Sailing Team