Yves Saint Laurent, autunno inverno 2012-2013

Mode à ParisNiente lacrime, ma solo grandi sorrisi per Stefano Pilati al termine della sua ultima sfilata per Yves Saint Laurent.

Standing ovation dei presenti per un autunno inverno 2012-2013 che racchiude tutti gli stilemi dell’estetica di Pilati anche se egli stesso ha affermato che nella collezione non ha “cercato di celebrare o di sottolineare un addio”, in quanto molto inelegante.

In passerella a Mode à Paris, una donna forte e decisa con abiti a tubino di maglia metallica come fossero armature, tanta pelle nera sui look e sensuali tute tuxedo.

I pantaloni sono sopra la caviglia, mentre cappe, paltò e tailleurs con spalle oversize e stretti in vita sono impreziositi da eleganti calle in 3D.

Ai piedi stivali di pelle con tacchi a specchio e decolletes con dettagli trasparenti;  tra gli altri accessori must have, guanti di pelle, bracciali importanti e collane che evocano una calla rampicante sul collo delle modelle.

Il designer milanese ha commentato così il proprio futuro lontano dalla Yves Saint Laurent: “quest’esperienza, comunque, mi ha dato molto e mi ha permesso di individuare cosa mi interessa e cosa mi preannuncia il futuro in fatto di sfide che dovranno avere un approccio più polivalente, personale e mirato”.

Secondo indiscrezioni, al suo posto sarebbe in arrivo Hedi Slimane, mentre per Pilati si aprono diversi possibili scenari: la nascita di una propria linea, l’approdo alla guida artistica di Dior oppure della Gianfranco Ferrè.

L'ultima sfilata YSL per Stefano Pilati

Written by Monica

Relais & Châteaux cresce nel 2011

Festa della Donna in viaggio