Womath 2016: le eccellenze matematiche femminili chiedono supporto

Womath 2016: le grandi scienziate e ricercatrici denunciano maschilismo in ambito accademico, ecco come supportare la causa

Womath 2016 (Women and Research in Mathematics: the Contribution of SISSA) – tenutasi alla prestigiosa “Scuola Internazionale Superiore di Studi avanzati (SISSA) di Trieste – è stata una tre giorni intensa di dibattiti e conferenze in cui le scienziate hanno concretizzato il loro impegno nel valorizzare e supportare le carriere femminili nell’ambito dell’accademia. Chiare e precise richieste formulate al Governo Italiano mediante una lettera aperta rivolta al primo ministro Matteo Renzi e alla ministra Stefania Giannini, resa pubblica oggi 22 ottobre. Chiunque voglia sostenere l’iniziativa può aggiungere la propria firma accedendo a questa pagina web: https://goo.gl/GKJJfj. Fra le prime firmatarie si trovano alcune matematiche della SISSA e dell’Università di Udine.

I provvedimenti indicati nel testo, in molti casi si sono ispirati a esperienze già messe in pratica in altri paesi o a livello europeo. Fra le varie proposte vi è l’introduzione di misure concrete per incentivare una presenza adeguata di donne nei progetti e nei congressi finanziati con fondi pubblici e interventi a tutela dei periodi di maternità e supporto per le famiglie nella gestione dei figli piccoli con servizi ad hoc. L’eccellenza e il progresso sono ingredienti imprescindibili per un Paese forte, solido e florido: tutelare le donne che lavorano in quest’ambito è un dovere civico.

Vittoria Casiraghi

Written by Vittoria Casiraghi

Non amo il lusso, amo la qualità. Che spesso è un lusso.

I 10 vini più costosi al mondo: bottiglie per soli intenditori

Cattedrale Vegetale di Giuliano Mauri: a Lodi il nuovo progetto di Land Art