William, ritratto da papà

Faterhood di Dan Llywelyn Hall

A gennaio 2013, Kate Middleton ha avuto il suo primo ritratto ufficiale, realizzato da Paul Emsley e commissionato dalla National Portrait Gallery, la celebre pinacoteca di Trafalgar Square.

Ora è toccato al Principe William, immortalato per l’occasione dall’artista gallese Dan Llywelyn Hall, che si è lasciato ispirare dal nuovo ruolo di padre del Duca di Cambridge.

Non a caso, il quadro si intitola Faterhood (Paternità) ed è stato rivelato ieri pomeriggio, proprio mentre William si trovava a Wimbledon con la moglie, presso il Wales Office di Whitehall in concomitanza con il centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale.

Il dipinto dallo sfondo rosso, raffigura il Duca, diventato padre del piccolo George lo scorso 22 luglio, con un abito scuro, cravatta rossa e un papavero all’occhiello sinistro.

Faterhood di Dan Llywelyn Hall

“Fatherhood è un ritratto di un tema universale: le preoccupazioni, le speranze e le aspirazioni di un padre di famiglia”, ha detto Hall, 33enne di Cardiff laureato alla scuola d’arte nel 2003 e premiato dal Sunday Times Young Artist of the Year.  “In occasione del centenario della Guerra dove hanno perso la vita oltre un milione di persone, mi sembra opportuno sostenere due associazioni di beneficenza che sostengono la memoria e certificano l’eredità dei nostri antenati”.

Il ritratto, infatti, sarà messo all’asta da Bonhams il prossimo 1 ottobre, e tutti i proventi andranno alla Victoria Cross Trust e alla War Memorials Trust.

I ritratti dell’artista dei veterani della Prima Guerra Mondiale Henry Allingham e Harry Patch sono stati esposti al Castello di Windsor e alla National Portrait Gallery e sono nelle collezioni permanenti della Royal Collection e la Victoria Art Gallery di Bath.

Hall è stato anche la persona più giovane a dipingere la Regina, anche se la sua personale interpretazione di The Queen dello scorso anno ha suscitato non poche polemiche.

In risposta alle critiche mosse contro la sua opera, ha detto: “Beh, io sono d’accordo con Oscar Wilde su questo; il ruolo dell’artista è di educare il critico, il ruolo del critico di educare il pubblico”.

Dan Llywelyn Hall

Avatar

Written by Monica

Maleficent è il film più visto dell’anno

Il matrimonio secondo Angelo Garini