Whirlpool sceglie l’Italia

L’azienda trasferisce parte della produzione dalla Svezia al Belpaese
Anche se la fuga dei cervelli è ormai un trend sempre più diffuso in Italia, esistono aziende estere che si stanno muovendo controcorrente.

E’ il caso di Whirlpool, leader mondiale nel campo degli elettrodomestici di lusso.

La società statunitense ha annunciato la chiusura della fabbrica di Norrkoeping, in Svezia, per trasferire la produzione di forni microonde a incasso destinati al mercato europeo a Cassinetta di Biandronno, in provincia di Varese, dove si trova il principale centro Whirlpool.

Il trasloco del colosso multinazionale al di qua delle Alpi potrebbe favorire la creazione di nuovi posti di lavoro nel varesotto, o magari il riassorbimento dei lavoratori in mobilità dello stabilimento di Spini di Gardolo, a nord di Trento, prossimo alla chiusura.

“L’assetto produttivo attuale dell’incasso non è più competitivo – ha spiegato Davide Castiglioni, vice presidente Industrial operations di Whirlpool Emea questo piano ci aiuterà a migliorare la nostra posizione sui costi e creerà consistenti economie di scala”.  

Cassinetta di Biandronno si prepara a diventare un hub europeo d’eccellenza per quanto concerne gli elettrodomestici a incasso.

Nelle prossime settimane Whirlpool incontrerà i rappresentanti sindacali dei lavoratori per l’apertura di un tavolo negoziale riguardo alle intenzioni di chiusura del centro svedese che conta attualmente 334 addetti.

Written by Chiara

Sanremo 2014, Laetitia Casta e gli altri ospiti

Mode à Paris, il meglio dell’haute couture