Vismara MY Fast Explorer

Comfort e performance sul mare
Comfort, sicurezza, spostamenti veloci, tenuta di mare, prestazioni elevate: questi i plus che caratterizzano il nuovo MY Fast Explorer, nuovo progetto del cantiere italiano Vismara.

Evoluzione del Vismara 68 navetta veloce, è nato su preciso input del suo armatore, che desiderava un’imbarcazione dalle caratteristiche peculiari, non presenti in altri prodotti sul mercato: prestazioni massime intorno ai 35 nodi per rapidi spostamenti, tenuta di mare e comfort di una navetta dislocante, range e sicurezza di un explorer vessel.
Basi di partenza solide dunque che hanno ispirato un moderno yacht di lusso, dove la tecnologia avanzata riveste un ruolo preponderante.

Il dislocamento è medio-leggero ottenuto grazie alla costruzione con materiali compositi avanzati.
Il disegno della carena è stato creato con programmi di Computational Fluid Dynamics al fine di ridurre la resistenza all’avanzamento e l’ottimizzazione dell’assetto di planata.
Vismara MY Fast Explorer
è inoltre la prima imbarcazione di queste dimensioni con la prua “a reverse bow ”, sviluppata sulle navi militari per ottenere una migliore penetrazione nell’onda e quindi un maggiore comfort di navigazione in ogni circostanza.

La motorizzazione è di soli 1700 hp per due motori, per  una velocità di 30 nodi e un’autonomia di 1.000 miglia a 25 nodi di crociera. Inoltre grazie alla sua leggerezza, l’imbarcazione plana a solo 15 nodi, garantendo la possibilità di navigare a basse velocità con efficienza e consumi ridotti. La manovrabilità è ottenuta grazie a un moderno sistema di elica di prua e di poppa con gestione tramite radiocomando.

Esteticamente l’imbarcazione è caratterizzata da una grande pulizia stilistica della coperta. L’mbarcazione offre una zona alloggi per tre o quattro marinai, due locali di servizio lavanderia e stivaggio con ingresso separato a poppa, due o quattro cabine ospiti e due vip. Il tutto impreziosito da arredi ricchi e confortevoli, con lussuose boiserie in teak naturale.

Il garage  permette lo stivaggio di un tender di servizio da 4 m, mentre  gommoni più  performanti o moto d’acqua possono essere caricate sul fly bridge  grazie alla  gru a  lungo  braccio.

Dopo la barca a vela V 47 RC un’altra novità interessante per il cantiere italiano!

Written by Redazione

Antonio Berardi, autunno inverno 2012-2013

Rachel Zoe per Tiffany