Visioni impossibili, arte e nuove tecnologie

Botticelli, Leonardo e Raffaello: cloni ad alta fedeltà

Avete tempo fino all’11 marzo 2012 per vistare una mostra che unisce l’arte alle nuove tecnologie.
Il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano ospita, infatti, fino a quella data Visioni impossibili – Botticelli, Leonardo e Raffaello: nuove tecnologie per vivere l’arte, una mostra realizzata dalla Casa Editrice UTET in collaborazione con Haltadefinizione® e la struttura museale.

Gli spettatori avranno l’occasione di vivere un’esperienza sospesa fra il “reale” e il “virtuale” grazie a riproduzioni digitali di capolavori del Rinascimento realizzati in altissima definizione.

La “Primavera” , la “Nascita di Venere” e la “Madonna del Magnificat” di Botticelli, la “Annunciazione” , il “Battesimo di Cristo” e il “Musico” di Leonardo da Vinci, lo “Sposalizio della Vergine” di Raffaello sono proposti in versioni dall’assoluta fedeltà cromatica, in un percorso reso unico dal supporto di video HD e strumenti multimediali interattivi capaci di svelare straordinari dettagli pittorici altrimenti invisibili all’occhio umano.

I cloni sono stati realizzati applicando sofisticati sistemi di acquisizione ed elaborazione di immagini digitali HD già sperimentati da UTET nella realizzazione di alcuni volumi di pregio. Completano l’intervento di riproduzione la particolare tecnica di stampa a pigmenti su carte speciali e l’intervento manuale di artigiani. E’ di Haltadefinizione®, invece, il procedimento di digitalizzazione impiegato che prevede la ricomposizione di centinaia di singoli scatti fotografici in una unica immagine.

Queste copie perfette danno la possibilità di completare e ampliare l’approccio al dipinto, attraverso opportunità d’interazione precluse con l’originale. Le repliche infatti non richiedono speciali misure di sicurezza e possono essere posizionate ovunque, illuminate in modo ottimale, avvicinate e fotografate.

Tra le altre cose, i visitatori potranno approfondire la conoscenza dell’”Ultima Cena” di Leonardo, proiettata in HD su maxischermo con multitouch adibito alla navigazione realtime ed effettuare, grazie a dei tablet, una visita guidata del dipinto. Inoltre, verrà mostrato un video sul Musico” del genio toscano, nelle effettive dimensioni del quadro.

Backstage alla Pinacoteca di Brera di Visioni impossibili Si potrà anche viaggiare virtualmente fino ad Assisi grazie a postazioni touch screen che presentano le storie francescane affrescate da Giotto nella Basilica Superiore.

A chiudere, un breve percorso sulla storia della tecnologia applicata all’arte e alla sua riproducibilità.

Per vivere con i bambini un’esperienza unica il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, solo per il weekend, propone un percorso speciale nel laboratorio interattivo i. lab Leonardo. Sarà possibile sperimentare la tecnica utilizzata da da Vinci nel dipingere l’Ultima Cena mentre un’animazione teatrale vi farà immergere nella vita del cantiere del Duomo di Milano alla fine del XV secolo. Le attività sono comprese nel biglietto del Museo e prenotabili solo il giorno stesso all’infopoint.

Peccato che a una rassegna così interessante sia concesso uno spazio di una decina di giorni! Affrettatevi per non perderla!

Avatar

Scritto da Redazione

John Galliano, autunno inverno 2012-2013

Samsung for charity