Vertu Ti Ferrari F12 berlinetta

Uno smartphone di lusso fiammante
A febbraio Vertu ha presentato il primo smartphone Android del brand, Vertu Ti.

L’azienda anglo-svedese, leader mondiale nella telefonia mobile di lusso, regala al modello top di gamma del 2013 una veste “rampante”.

Il nuovo Vertu Ti Ferrari Limited Edition prende ispirazione nientemeno che dalla F12 berlinetta, un’auto estrema per design e prestazioni, svelata al mondo nel corso del Salone di Ginevra 2012.

La stessa perfezione delle forme della supersportiva di casa Maranello si rispecchia nell’ultimo gioiellino tecnologico Vertu, nato da una collaborazione durata 6 anni.

Ispirato alle forme decise della parte posteriore della Ferrari F12 berlinetta, il cuscinetto di Vertu Ti Ferrari è stato realizzato in Alutex, uno speciale materiale composito leggero, utilizzato per gli interni Ferrari.

L’impiego di una nuova ed esclusiva tecnologia permette inoltre di valorizzare la pelle rossa Ferrari con un elegante abbinamento cromatico: per la prima volta in assoluto due pelli Ferrari, la rossa e la nera, si uniscono a formare una striscia dinamica intorno alla scocca del telefono. Con il medesimo stile di cucitura dei sedili, le morbide pelli che si ritrovano sulle vetture Ferrari GT sono state appositamente lavorate da Vertu per garantire la resistenza necessaria per l’utilizzo quotidiano su un telefono cellulare.

Anche gli aspetti più complessi del retro del telefono sono stati curati nei minimi dettagli, in modo da rispecchiare pienamente la vettura. Le caratteristiche luci posteriori hanno ispirato la forma della fotocamera, appositamente arrotondata, e persino i dettagli più impercettibili, come le minuscole viti esagonali che fissano la piastra posteriore, sono caratterizzati dall’inconfondibile stile Ferrari.

Ultime due chicche: l’orologio del telefono è ispirato all’iconico contagiri della F12 berlinetta e le 4  suonerie ricordano il ruggito del suo motore.

Vertu Ti Ferrari F12 berlinetta

Avatar

Written by Chiara

Bezos compra il Washington Post

Douglas e Zeta Jones, divorzio milionario