Vertu, gli smartphone di lusso passano ai cinesi

Godin Holdings mette le mani sul colosso inglese
Non sono solo i brand di lusso made in Italy a migrare all’estero.

A 3 anni dalla collezione Vertu Signature Dragon dedicata al Capodanno Cinese, Vertu parlerà di nuovo mandarino.

Stando a rumors sempre più insistenti, gli investitori della Godin Holdings di Hong Kong avrebbero messo le mani sugli smartphone Android tempestati di diamanti e pietre preziose dell’azienda inglese, leader nella telefonia mobile di lusso.

Non si conoscono ancora i dettagli della vendita e la cifra sborsata dalla società cinese, ma se l’affare andrà in porto Massimiliano Pogliani dovrà dimettersi dalla posizione di CEO di Vertu.

Il colosso d’oltremanica è stata acquisita nel 2012 dal fondo di private equity svedese EQT che aveva messo sul piatto 200 milioni di euro per strapparla a Nokia.

La società conta 800 dipendenti, la metà dei quali in forza nella sede di produzione di Church Crookham, verdeggiante cittadina rurale nell’Hampshire.

Written by Chiara

People’s Choice Awards 2016, le nomination

Balmain x H&M, i party in giro per il mondo