Il velo da sposa un accessorio irrinunciabile, ecco come sceglierlo seguendo le star

Velo da sposa sì o velo da sposa no? Come sceglierlo? Seguiamo l’esempio delle star.

Un tempo il velo bianco era simbolo di purezza, oggi è diventato un accessorio irrinunciabile per le donne che vogliono essere perfette nel giorno delle nozze. Che sia principesco, corto o di famiglia importa poco, che la cerimonia si svolga in spiaggia o in una vecchia cattedrale nemmeno, il velo fa sposa e le star non ci rinunciano. Prendete ad esempio Kate Middleton, Meghan Markle o Eugenie di York solo per citarne alcune. Perché non è semplice decidere quale velo scegliere, meglio affidarsi a duchesse, principesse e regine e copiare i loro «look» in bianco. 

Partiamo dal velo da principessa, quello lungo, a cattedrale, scelto ad esempio anche da Lady Diana anni fa. Perché sia lungo il velo deve superare almeno i tre metri. Essenziale oppure bordato con diamantini su o ricamato, il velo classico resta la scelta più gettonata per le giovani spose. Sembra quello preferito dalle reali: pensate soltanto a Meghan Markle, neo duchessa di Sussex, che nel giorno in cui ha detto sì al suo Harry, ha scelto un velo lungo ben 5 metri. Magnifico con capelli sciolti, ma pure con capelli raccolti, come è il caso di Charlène Wittstock che nel giorno delle nozze con Alberto di Monaco,  ha optato per uno chignon. Velo medio corto per Kate Middleton, sposa di William di Inghilterra.

La duchessa di Cambridge ha scelto un velo più corto sul davanti, noto come fingertips, proprio perché caratteristica di questo velo medio è che rimane all’altezza delle mani. Ne esistono di diversi tipi: da quelli più vaporosi stile anni  Sessanta a quelli talmente sottili da essere sovrapposti. Si possono abbinare a diademi o a coroncine di fiori come ha fatto Rose Leslie, protagonista di Game of Thrones. Un’altra opzione è quella del velo di famiglia. Chi decide di indossare quest’ultimo dovrà fare i conti con il colore di questi, che non sarà mai lo stesso del primo matrimonio che lo ha visto protagonista. Non è semplice abbinarlo, pertanto il consiglio è di farlo «modificare», attualizzandolo con interventi di sarte esperte.

Proprio non vi piace il velo, ma volete essere meravigliose? Allora potete scegliere la tiara, come ha fatto Eugenie di York, che lo ha fatto anche per mostrare con coraggio la sua cicatrice lungo la schiena. Non volete essere troppo principesse allora l’ultima spiaggia rimangono fermagli, cappelli e decorazioni che richiamino l’abito da sposa.

Avatar

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Cinque brand e designer da tenere d’occhio nel 2019: il made in Italy “giovane” pronto a nuove sfide

Chiara Ferragni non ha dubbi: la borsa Dior è la tendenza del momento